EventsEventiPodcasts
Loader
Seguiteci
PUBBLICITÀ

Trump, sorpresa sul TPP a Davos

Trump, sorpresa sul TPP a Davos
Diritti d'autore 
Di Euronews
Pubblicato il
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

In un'intervista annuncia che potrebbe riconsiderare la partecipazione degli Stati Uniti al Partenariato Trans-Pacifico, ma solo con un accordo migliore

PUBBLICITÀ

Dopo le polemiche sul suo protezionismo e sulla presenza a Davos Donald Trump porta al forum una sorpresa, un' apertura multilaterale: in un'intervista alla CNBC annuncia che potrebbe riconsiderare la partecipazione degli Stati Uniti al Partenariato trans-Pacifico (TPP), ma solo con un accordo migliore. Il presidente statunitense ha spiegato di essere venuto a Davos pensando ai vantaggi economici per il suo Paese.

"Dopo che ho detto che sarei venuto, ci sono state un sacco di storie sull'élite, sui globalisti (...). Non si tratta di questo, si tratta di venire in America, di investire, di creare posti di lavoro, si tratta di aziende che arrivano, stiamo segnando dei record ogni settimana, ogni giorno", ha dichiarato. 

Poi le parole a sorpresa sul patto commerciale dal quale ha ritirato gli Stati Uniti un anno fa: "Farei il Partenariato trans-Pacifico nel caso in cui si riuscisse a ottenere un accordo molto migliore di quello che avevamo. Era un accordo terribile. Il Nafta è un accordo terribile, lo stiamo rinegoziando. Potrei porre fine al Nafta o no, vediamo cosa succede".

"Ho realizzato molto di quello che ho detto e sono qui solo da un anno. Ho quattro anni a disposizione, forse ancora altri quattro".

Trump ha parlato anche del dollaro, precisando che lo vuole vedere forte, dopo le polemiche suscitate nei giorni scorsi dalle dichiarazioni del suo segretario al Tesoro Steven Mnuchin, che ha detto di preferire un dollaro debole per sostenere l'export degli Stati Uniti. 

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Trump a Davos: "Open for business, America first non significa America alone"

Davos, Guterres: minacce esistenziali dal cambiamento climatico e dallo sviluppo sregolato IA

Davos, Zelensky contro la cautela degli alleati: "Si è perso tempo ritardando molte sanzioni"