Gb: Stato più interventista per aiutare il business

Gb: Stato più interventista per aiutare il business
Di Euronews
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

Theresa May ha presentato oggi la visione del futuro dell'industria nazionale per affrontare la transizione verso la separazione dall'Ue.

PUBBLICITÀ

A pochi giorni dall’annuncio del piano per l’uscita dalla Gran Bretagna dall’Unione, che prevede una rottura netta con Bruxelles, la premier inglese Theresa May ha illustrato oggi la sua visione del futuro dell’industria nazionale.Un piano per sostenere il divorzio dall’Ue, che rompe con la tradizione del liberismo “a tutti i costi”. Tra le promesse un maggiore intervento dello Stato e un ruolo più attivo del governo, per azzerare il diviario tra le industrie più produttive e le altre.

The 10 pillars of the #IndustrialStrategy green paper underpin our approach to secure our future as a global nation https://t.co/ceBAvF3sJ6pic.twitter.com/eJSKkaUlof

— Dept for BEIS (@beisgovuk) 23 gennaio 2017

La manovra, prevede un maggiore investimento nelle infrastrutture e sarà accompagnato, ha annunciato la May, da un programma in 10 punti in cui vengono indicati gli ambiti dell’intervento: dal sostegno alla ricerca, innovazione e formazione, fino a promuovere gli incontri con le imprese per informarle su futuri accordi commerciali e tariffe.

May’s Modern Industrial Strategy Welcomed https://t.co/YgH7WjlHPypic.twitter.com/RpqBuWs4PR

— CIWM (@CIWM) 23 gennaio 2017

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

La Commissione taglia le previsioni di crescita dell'Ue e dell'Italia: in calo anche l'Inflazione

La Germania scalza il Giappone: è la terza economia mondiale

Come saranno i salari minimi in Europa nel 2024?