EventsEventiPodcasts
Loader
Seguiteci
PUBBLICITÀ

Qatar, una tappa fondamentale per le arti marziali miste in Medio Oriente

Qatar, una tappa fondamentale per le arti marziali miste in Medio Oriente
Diritti d'autore euronews
Diritti d'autore euronews
Di Euronews
Pubblicato il
Condividi questo articolo
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

Le arti marziali miste sono sempre più popolari in Qatar. La regione del Golfo rappresenta un mercato promettente per organizzazioni internazionali come ONE e PFL.

PUBBLICITÀ

In tutto il Medio Oriente ci sono appassionati di sport da combattimento e le organizzazioni di arti marziali come il gruppo ONE Championship vogliono capitalizzare la domanda. Il team di Qatar 365 ha assistito allo storico torneo di debutto di ONE Championship in Qatar.

Durante la serata di combattimento alla Lusail Sports Arena, lottatori internazionali come il campione imbattuto di MMA Anatoly Malykhin hanno regalato ai fan uno spettacolo di altissimo livello. All’evento hanno partecipato anche campioni della regione MENA, tra cui il peso massimo iraniano Amir Aliakbari, papabile vincitore della cintura d'oro in Medio Oriente.

Aadel Haleem ha parlato col fondatore e CEO di ONE Championship Chatri Sityodtong, che ha spiegato perché i valori delle arti marziali - rispetto, umiltà, resilienza, integrità, coraggio, disciplina e spirito guerriero - vengono inculcati ai lottatori.  Al di là dell'idea sbagliata di violenza, ha aggiunto: "Le arti marziali sono una delle maggiori piattaforme per esprimere il potenziale umano."

Laila Humairah ha guardato più da vicino un altro gruppo di MMA, la Professional Fighters League. Ha incontrato i lottatori emergenti della PFL e parlato con Biaggio Ali Walsh, nipote della leggenda della boxe Muhammad Ali.  Biaggio sta facendo strada negli sport da combattimento e, nonostante la pressione legata all'eredità della carriera del nonno, lui non la teme. "La pressione crea il diamante. Spero un giorno di diventare un diamante grazie a tutta questa pressione", ha detto a Laila.

Laila ha anche incontrato Hattan Saif, la prima donna saudita a firmare un contratto con una lega internazionale di MMA. Hattan è nell’elenco della PFL per il Medio Oriente e il Nord Africa. La 22enne sente di dover ispirare e aiutare altre ragazze a superare le barriere sociali.

Condividi questo articolo