EventsEventiPodcasts
Loader
Find Us
PUBBLICITÀ

Svezia violenta, il premier svedese Kristersson: "Sconfiggeremo le bande criminali"

Il primo ministro svedese Ulf Kristersson.
Il primo ministro svedese Ulf Kristersson. Diritti d'autore Eurovision
Diritti d'autore Eurovision
Di Cristiano TassinariEuronews - Associated Press - Ansa
Pubblicato il Ultimo aggiornamento
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

Tre esplosioni in meno di una settimana, almeno tre vittime, anche in regolamenti di conti. Dopo il Corano "bruciato", la Svezia si scopre fragile di fronte ad un'escalation mai vista di criminalità. Per il premier Kristersson è colpa delle politiche migratorie "ingenue"

PUBBLICITÀ

La Svezia in un vortice di violenza.

Il primo ministro svedese Ulf Kristersson chiede aiuto all'esercito e promette di sconfiggere le bande criminali, dopo la recente ondata di violenza che ha colpito la Svezia.

Il capo delle forze armate svedesi, Micael Byden - citato dal quotidiano Dagens Nyheter - ha dichiarato di esserepronto ad assistere la polizia svedese.

L'intervento di Kristersson arriva dopo una serie di fatti criminali avvenuti in diverse città della Svezia e, secondo le autorità di polizia, che sono collegati ad una vera e propria guerra tra bande.

"Daremo la caccia alle bande e le sconfiggeremo. Consegneremo i componenti delle bande alla giustizia.
Se sono cittadini svedesi, subiranno pene detentive molto lunghe.
Se non sono cittadini svedesi, saranno espulsi dal Paese, dopo aver pagato il loro con la giustizia".
Ulf Kristersson
Primo ministro - Svezia

I (troppi) fatti di cronaca

Lunedì, un'esplosione ad Hasselby, un sobborgo di Stoccolma, martedi un'altra a Linköping, mercoledì un'ennesima serie di esplosioni aFullerö, non lontano da Uppsala, dove è morta una donna di 25 anni.

Sempre mercoledì, si sono registrate due vittime in diversi regolamenti di conti per strada: un 18enne è rimasto ucciso in periferia a Stoccolma, mentre un uomo è stato assassinato a Jordbro, a sud della capitale svedese. 

Infine, giovedì mattina si è verificata una violenza esplosione in una zona residenziale di Storvreta, alla periferia di Uppsala. 

Secondo i media svedesi, l'escalation di violenza è collegata a una faida tra bande criminali rivali, un problema crescente in Svezia, con sempre piu numerosi casi di sparatorie e attentati.

Finora, in Svezia nel 2023, si sono verificate 261 sparatorie, con 36 morti.
Solo in settembre gli omicidi legati alla violenza delle gang, soprattutto di narcotrafficanti, sono stati 12: il numero più elevato dal dicembre 2019.

Nel mirino, la banda Foxtrot, che si divisa in due: una guidata da un cittadino turco-svedese che vive in Turchia, l'altra dal suo ex luogotenente.
Le due fazioni sarebbero in lotta per il predominio su droga e armi.

**

Politiche migratorie "ingenue"**

Il primo ministro svedese Kristersson ritiene che le politiche migratorie "ingenue" e la mancanza di integrazione di molti immigrati abbiano portato alla ormai ingestibile situazione attuale.

Anders Wiklund / TT/TT/TT
Gli effetti dell'esplosione a Stortvreta. (27.9.2023)Anders Wiklund / TT/TT/TT
Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Svezia, donna di 25 anni muore dopo l'ultima di una serie di esplosioni

Esplosioni in Svezia, battuta la pista della guerra tra bande criminali

Il Corano brucia di nuovo in Svezia, violente proteste a Malmö