Padre Fortunato, 'Marcia della pace segno di un'Italia viva'

'Oggi i giovani ci dicono: Ci siamo. Smettiamola di ignorarli'
'Oggi i giovani ci dicono: Ci siamo. Smettiamola di ignorarli'
Di ANSA
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.com per un periodo limitato.

(ANSA) - PERUGIA, 21 MAG - "La Marcia della pace e della fraternità è il segno di un'Italia viva e vivace, coinvolta e partecipe che non si arrende alle logiche della guerra, ma si ostina a cercare il dialogo". Cosi padre Enzo Fortunato, tra i volti più noti del francescanesimo in Italia, presente alla Perugia Assisi. "Oggi - prosegue, in una sua dichiarazione - i giovani ci dicono: 'Ci siamo'. Tocca ai governi smettere di ignorarli, sfruttarli, uccidere il loro futuro". (ANSA).

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Nelle acque siciliane va in scena l'esercitazione della Nato Dynamic Manta

Polonia, gli agricoltori protestano a Varsavia: "Uscire dal Green Deal dell'Ue"

Ucraina, Russia: conflitto "inevitabile" con la Nato se invia truppe, Roma e Berlino frenano