Sieropositivo infettò la compagna, condannato a 8 anni

In 4 anni di relazione l'uomo non aveva mai rivelato la malattia
In 4 anni di relazione l'uomo non aveva mai rivelato la malattia
Diritti d'autore 
Di ANSA
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.com per un periodo limitato.

(ANSA) - CREMONA, 28 MAR - Non ha mai confessato alla fidanzata di essere affetto da Hiv e l'ha contagiata. Per questo, con l'accusa di lesioni personali gravissime, un 52enne cremonese è stato condannato questa mattina in tribunale a Cremona a otto anni di reclusione. Come risarcimento danni è stata disposta una provvisionale di 100.000 euro a favore della parte civile, mentre il resto è da liquidarsi in un separato giudizio civile. La storia: sieropositivo, per un periodo di tempo il cremonese non si era sottoposto alle cure e non aveva assunto i farmaci previsti dalla terapia, favorendo così la trasmissione del virus alla sua fidanzata, ignara di tutto. Fino a quando, dopo quattro anni di relazione, dal 2016 al 2020, e un anno di convivenza, la donna aveva scoperto per caso la malattia del compagno. Era il 20 febbraio del 2020, lo aveva accompagnato in ospedale dopo un incidente stradale e lì, leggendo i referti medici in attesa che il compagno venisse medicato, aveva scoperto come fosse affetto da Hiv. La donna si era immediatamente sottoposta a test e, una settimana dopo, aveva avuto la conferma di essere stata infettata. Poi la denuncia, l'iter processuale e, questa mattina, la sentenza. (ANSA).

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Ilaria Salis candidata alle elezioni europee con Alleanza Verdi e Sinistra

Polonia, arrestata sospetta spia russa: raccoglieva informazioni per attacco a Zelensky

Crisi in Medio Oriente, tra gli italiani preoccupazione e insoddisfazione per il ruolo dell'Ue