EventsEventi
Loader

Find Us

FlipboardLinkedin
Apple storeGoogle Play store
PUBBLICITÀ

La missione SpaceX fianlmente in orbita dopo alcuni giorni di ritardo

Lancio del missile SpaceX
Lancio del missile SpaceX Diritti d'autore Chris O'Meara/Copyright 2023 The AP. All rights reserved.
Diritti d'autore Chris O'Meara/Copyright 2023 The AP. All rights reserved.
Di Isidoro Patalano Agenzie:  AP
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

Il missile SpaceX è partito finalmente dopo alcuni giorni di ritardo. Il missile, che sarebbe dovuto partire lunedì scorso, era stato rimandato a causa di un filtro intasato. In orbita anche il primo astronauta emiratino a partecipare ad una missione spaziale prolungata.

PUBBLICITÀ

Una missione SpaceX è partita con successo verso la Stazione spaziale internazionale dopo alcuni giorni di ritardo dal Kennedy Space Centre in Florida poco dopo la mezzanotte, ora locale. A bordo del Falcon c'è il primo astronauta provenente da uno dei paesi arabi a prendere parte ad una missione spaziale prolungata.

Il lancio, inizialmente previsto per lo scorso lunedì, ha subito alcuni giorni di ritardo a causa di un filtro intasato nel sistema di accensione del motore.

L'equipaggio a bordo è destinato a una missione della durata di sei mesi e sostituirà un altro team internazionale, in orbita dallo scorso ottobre. Sultan Al-Neyadi, proventiente dagli Emirati Arabi Uniti, è il primo astronauta arabo a restare in orbita per un periodo prolungato.

Circa 80 spettatori degli Emirati Arabi Uniti si sono riuniti alla base in Florida per assistitere al lancio di Al-Neyadi,  secondo emiratino a volare nello spazio.

John Raoux/Copyright 2023 The AP. All rights reserved.
L'astronauta Sultan al-Neyadi saluta la famiglia prima del lancioJohn Raoux/Copyright 2023 The AP. All rights reserved.

Al-Neyadi, che è anche ingegnere delle comunicazioni, ha ringraziato tutti in arabo e poi in inglese una volta raggiunto l'orbita. "Il lancio è stato incredibile", ha detto.

Gli Emirati arabi hanno pagato per il posto dell'astronauta su questo volo SpaceX, dopo aver fatto da riserva al primo astronauta emiratino Hazzaa al-Mansoori, che nel 2019 ha raggiunto la stazione spaziale con un razzo russo per una missione breve di una settimana.

L'ingegnere sarà raggiunto questa primavera da due astronauti sauditi che andranno alla stazione spaziale con un breve volo privato SpaceX pagato dal loro governo.

Il ministro degli Emirati arabi uniti per l'istruzione pubblica e la tecnologia avanzata, Sarah al-Amiri, ha dichiarato che la lunga missione "ci offre una nuova sede per la scienza e la scoperta scientifica per il Paese".

In un cielo già illuminato dalla congiunzione tra i pianeti Giove e Venere, il missile Falcon migliorato la "bellezza del cielo notturno", ha detto il capo delle operazioni spaziali Nasa Kathy Lueders.

Gli Emirati hanno già una navicella spaziale in orbita attorno a Marte e un mini rover sta facendo un giro sulla Luna con un lander giapponese.

"Stasera abbiamo aggiunto una nuova stella luminosa al cielo notturno
Kathy Lueders
Capo delle operazioni spaziali Nasa

Astronauti arabi in orbita

Il principe saudita Sultan bin Salman è stato il primo arabo a raggiungerelo spazio a bordo dello shuttle Discovery nel 1985. È stato seguito due anni dopo dall'astronauta siriano Muhammed Faris, lanciato dalla Russia. Entrambi sono rimasti in orbita per circa una settimana.

Nasa
Patrick Baudry (sinistra) e Sultan bin Salman Al Saud (destra) nel 1985Nasa

Hazza Al Mansouri è diventato il primo emiratino a diventare astronauta e terzo arabo ad andare in orbita viaggiando con la navicella Soyuz MS-15 verso la Stazione Spaziale Internazionale, seguito daSultan Al-Neyadi.

Jessica Meir ha viaggiato con la navicella Soyuz MS-15 verso la Stazione Spaziale Internazionale il 25 settembre 2019. L'astronauta è, in realtà, di nazionalità americano-svedese con padre di origine ebraica sefardita nato a Baghdad.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

La navicella Starship, destinata ai futuri viaggi su Marte, fatta esplodere in volo

Acrobazie in cielo: come un pilota emiratino ha realizzato il suo sogno

SpaceX di Elon Musk lancia 22 satelliti Starlink: la disputa con Tim in Italia per internet veloce