Bimba morta: pm, madre a processo per omicidio premeditato

Respinta la richiesta della donna imputata per omicidio
Respinta la richiesta della donna imputata per omicidio
Di ANSA
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.com per un periodo limitato.

(ANSA) - MILANO, 10 FEB - I pm di Milano Francesco De Tommasi e Rosaria Stagnaro hanno chiesto il processo con rito immediato per Alessia Pifferi, la 37enne in carcere da fine luglio scorso per aver lasciato morire di stenti la figlia Diana, di quasi un anno e mezzo, abbandonandola da sola in casa per sei giorni. La Procura ha deciso di contestare nell'imputazione di omicidio volontario anche l'aggravante della premeditazione, che era stata esclusa dal gip nella misura cautelare. Omicidio aggravato pure dall'aver ucciso la figlia e dai motivi futili e abietti. Sulla richiesta di processo immediato (si salta l'udienza preliminare) dovrà decidere il gip Fabrizio Filice e poi la donna andrà a giudizio in Corte d'Assise, dove rischia l'ergastolo. La piccola, scrivono i pm nell'imputazione, venne lasciata "priva di assistenza e assolutamente incapace, per la tenerissima età, di badare a se stessa, senza peraltro generi alimentari sufficienti e in condizioni di palese ed evidente pericolo per la sua vita, pure legate alle alte temperature del periodo". Tutto ciò causò "nella minore una 'forte disidratazione', con 'deragliamento delle funzioni cellulari con particolare riferimento al sistema nervoso centrale e al circolo', culminato nel decesso". (ANSA).

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Al via Vinitaly: oltre 4mila cantine presenti, Lollobrigida contestato

Israele, si riunisce il gabinetto di guerra per decidere la risposta all'attacco iraniano

Ondata di caldo dal Portogallo all'Italia, bagno nei laghi in Austria