NATO e Russia mostrano i muscoli. Al via le esercitazioni nucleari

Access to the comments Commenti
Di Gianluca Martucci
Bombardiere in esercitazione
Bombardiere in esercitazione   -   Diritti d'autore  Steve Helber/Copyright 2022 The AP. All rights reserved

Settimane di test di deterrenza nucleare per Nato e Russia. Programmata da tempo, la missione dell'organizzazione dell'alleanza transatlantica chiamata "Steadfast Noon", inizia oggi con i bombardieri degli alleati sviluppati per i bombardamenti atomici che sorvoleranno il Regno Unito e il Mare del Nord per arrivare fino in Belgio. Il nome della missione rimanda all'idea dell'orologio dell'apocalisse sviluppata nel 1947 dagli scienziati della rivista Bulletin of the Atomic Scientists dell'Università di Chicago, che indicavano i minuti che mancavano alla mezzanotte per indicare metaforicamente il rischio della fine dell'umanità.  L'esercitazione si svolge ogni anno da oltre un decennio e coinvolge gli Stati Uniti e altri 13 membri dell'alleanza.

Le operazioni coinvolgeranno fino a domenica 30 ottobre una sessantina di aerei di vario tipo, dai caccia di quarta e quinta generazione alle aerocisterne, dai velivoli di sorveglianza fino ai bombardieri strategici B-52 che trasvoleranno l'Atlantico, decollando dalla base aerea di Minot, nel North Dakota.

Nella parte opposta del continente la Russia condurrà la sua missione annuale Grom (traducibile come "tuono"), nella quale bombardieri e sottomarini sono messi alla prova per testare le capacità militari atomiche della federazione. La Nato manterrà l'occhio vigile sulle esercitazioni russe, alla luce delle recenti minacce del Cremlino sull'utilizzo di bombe nucleari per la risoluzione del conflitto in Ucraina. A differenza di Grom, la missione della NATO non prevede il caricamento di missili nucleari sui mezzi militari.