EventsEventiPodcasts
Loader

Find Us

PUBBLICITÀ

Erdoğan: "Putin vuole la fine della guerra il prima possibile"

L'intervista al presidente turco Erdoğan.
L'intervista al presidente turco Erdoğan. Diritti d'autore PBS Newshour
Diritti d'autore PBS Newshour
Di Cristiano TassinariEuronews
Pubblicato il Ultimo aggiornamento
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

Protagonista sulla scena internazionale, anche come mediatore per lo sblocco del grano, Erdoğan ha dichiarato che, dopo aver intrattenuto lunghe discussioni con il presidente russo, ora si aspetta che Putin compia presto passi decisivi verso la fine della guerra

PUBBLICITÀ

In un'intervista concessa alla giornalista Judy Woodruff, del network americano PBS, Il presidente turco Recep Tayyip Erdoğanha lasciato intendere che Vladimir Putin potrebbe voler porre fine "il prima possibile" alla guerra in Ucraina.

Protagonista sulla scena internazionale, ormai da mesi, come mediatore, ad esempio per lo sblocco del grano, Erdoğan ha dichiarato che, dopo aver intrattenuto lunghe discussioni con il presidente russo, ora si aspetta che Putin compia presto passi decisivi verso la fine della guerra.

"Durante il vertice a Samarcanda, in Uzbekistan, mi sono incontrato con il presidente Putin e abbiamo avuto discussioni molto approfondite. E, in realtà, mi sta dimostrando che è disposto a porre fine a tutto questo non appena possibile.
Questa è stata la mia impressione, perché il modo in cui stanno andando le cose in questo momento è piuttosto problematico.
Intanto, 200 prigionieri verranno scambiati tramite accordo tra le parti.
Penso che presto sarà fatto un passo avanti significativo".
Recep Tayyip Erdoğan
69 anni, presidente della Turchia dal 2014

in realtà, la mossa piu recente del Cremlino è aver avallato, con il video-discorso di Vladimir Putin - i referendum proclamati dalle autorità filorusse dei territori ucraini conquistati nel Donbass - Donetsk, Lugansk, Kherson e Zaporizhzhia - per l'annessione alla Federazione Russia, con il rischio inevitabile di aumentare la tensione con Kiev.

Erdoğan, durante l'intervista, ha anche parlato della sua iniziale opposizione all'ammissione della Svezia e della Finlandia alla Nato, accusando, in particolare, la Svezia di ospitare terroristi curdi nel suo territorio.

.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

La stabilità dei Balcani muove la diplomazia del Bosforo: Erdogan in visita in Serbia

Erdogan a Leopoli: "Noi mediatori, ma siamo al fianco dell'Ucraina"

Corea del Nord: il 18 giugno Putin a Pyongyang da Kim Jong-un, è la prima volta dal 2000