L'Europa saluta Elisabetta. Scholz: "Ha impersonato il meglio della comune eredità europea"

Elisabetta II, regina del Regno Unito
Elisabetta II, regina del Regno Unito Diritti d'autore Alastair Grant/AP
Diritti d'autore Alastair Grant/AP
Di Gianluca Martucci
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

Le capitali dedicano un ricordo a una figura che ha rappresentato la nascita dell'Europa pacifica del dopoguerra. Nelle città fiori davanti alle sedi dell'ambasciata inglese

PUBBLICITÀ

Il giorno dopo la morte di Elisabetta II lascia spazio a dolore e incredulità, ma anche al ricordo della traccia che la regina ha lasciato nella storia dei Paesi europei e dell'intero continente. 

Da Parigi a Berlino, fino a Bruxelles, i leader ricordano la sovrana come una personalità che ha contribuito a dare un volto all'Europa di pace che nacque dopo la Seconda guerra mondiale. In giorni come questi si annullano le distanze causate dalla Brexit, e si ricorda la regina per "il profondo affetto che ha rivolto agli amici", come ha affermato il presidente francese Emmanuel Macron. "Elisabetta II padroneggiava la nostra lingua, amava la nostra cultura e toccava i nostri cuori", ha detto il capo dell'Eliseo.

Ricordando il ruolo della corona inglese nella riconciliazione tra Germania e Gran Bretagna dopo gli orrori della Seconda guerra mondiale, il cancelliere tedesco Olaf Scholz ha riconosciuto ad Elisabetta il merito di aver impersonato "il meglio della comune eredità europea fondata sulla democrazia e sullo stato di diritto".

Muore un'europea

Issate a mezz'asta in tutta europa le bandiere a dodici stelle dell'unione europea in segno di rispetto e cordoglio. Il messaggio è chiaro: se ne va un'europea che ha fatto la storia dell'Unione a 27 Stati membri di cui il Regno Unito non fa più parte.

Il presidente del Consiglio europeo Charles Michel ha parlato della morte "di una personalità monumentale", che ha vissuto tutte le ultime grandi crisi come la Seconda guerra mondiale, la Guerra fredda e più recentemente la guerra in Ucraina.

Tutta l'Europa esprime la sua vicinanza anche se il castello di Balmoral, dove si trova il feretro di Elisabetta, dista migliaia di chilometri. Come accade a Roma, dove in diversi accorrono all'ambasciata inglese per lasciare un fiore.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Germania, ancora una spy story: arrestate tre persone a libro paga della Cina

Germania, il leader in Turingia dell'Afd a processo per uno slogan nazista

Germania: arrestate due spie russe, volevano sabotare gli aiuti a Kiev