Barcellona ricorda con rabbia

Memoriale degli attentati a Barcellona
Memoriale degli attentati a Barcellona Diritti d'autore Euronews
Di euronews e ansa
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

Verso le cinque del pomeriggio del 17 agosto del 2017 un uomo alla guida di un furgone irruppe sullo splendido boulevard centrale di Barcellona falciando decine di passanti

PUBBLICITÀ

Sono trascorsi cinque anni dagli attentati di Barcellona e  Cambrils, un attacco terroristico multiplo in cui perirono 16 passanti e un centinaio rimasero feriti. Mercoledì si è svolta una commemorazione presso il memoriale installato sulle Ramblas. Al tributo hanno partecipato personalità politiche del Consiglio comunale, del Parlamento catalano e del governo di Madrid. Il sindaco di Barcellona, ​​Ada Colau, è venuto a porgere le condoglianze a Jumarie Querimit Catman, un'australiana che ha perso il figlio di sette anni nell'attacco.

Forti polemiche

Questo quinto anniversario è tuttavia caratterizzato dalle proteste di coloro che denunciano abbandono amministrativo e di essere stati lasciati soli ad affrontare una "sofferenza silenziosa" . Una recente sentenza del tribunale dell'Audiencia Nacional riconosce oltre 350 persone come vittime di conseguenze fisiche o psicologiche degli attentati.

Il tragico 17 agosto

Il 17 agosto 2017 verso le cinque del pomeriggio un uomo irruppe alla guida di un furgone sulla Rambla centrale della capitale di Catalogna investendo decine di persone per poi darsi alla fuga. La sera stessa, altri cinque terroristi appartenenti alla medesima cellula jihadista tentarono un'azione simile a bordo di un'auto sul lungomare di Cambrils ma furono abbattuti dalla polizia.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Le città che prospereranno in futuro saranno quelle che indurranno le persone a camminare di più

A Barcellona i musulmani contro il terrorismo

Barcellona, testimone a Euronews: "Ho visto l'orrore dal mio ristorante su Las Ramblas"