This content is not available in your region

Mafia: figlia giudice Scopelliti, pretendo la verità

Access to the comments Commenti
Di ANSA
Commemorato sostituto Pg Cassazione 31 anni dopo l'omicidio
Commemorato sostituto Pg Cassazione 31 anni dopo l'omicidio

(ANSA) – VILLASANGIOVANNI, 09 AGO – “Quella che pretendo è
semplicemente la verità, che ancora manca, sull’assassinio di
mio padre”. Lo ha detto Rosanna Scopelliti, figlia di Antonino
Scopelliti, sostituto Procuratore generale della Corte di
cassazione, nel corso della cerimonia a Villa San Giovanni di
commemorazione del magistrato, nel trentunesimo anniversario del
suo omicidio.
La cerimonia si é svolta nel punto in cui Scopelliti, che era in
ferie in Calabria, fu ucciso mentre faceva rientro alla guida
della propria automobile a Campo Calabro, suo paese d’origine.
Quando fu assassinato Scopelliti si accingeva a rappresentare la
pubblica accusa nel maxiprocesso in Cassazione a Cosa nostra.
“Il ritardo nell’accertamento della verità sull’assassinio di
mio padre – ha aggiunto Rosanna Scopelliti – provoca problemi di
fiducia nelle istituzioni e di credibilità dello Stato.
Soprattutto per quel che riguarda il rapporto di fiducia che ci
deve essere tra i cittadini e lo Stato. Siamo ancora in attesa
di una svolta negli accertamenti per capire chi ha voluto e
perché la morte di mio padre. Servirebbe, in sostanza, un cambio
totale di metodo nelle indagini”. (ANSA).

euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.net per un periodo limitato.