This content is not available in your region

Nessun progresso sul cessate il fuoco al negoziato di Antalya

Access to the comments Commenti
Di Euronews
euronews_icons_loading
Nessun progresso sul cessate il fuoco al negoziato di Antalya
Diritti d'autore  Cem Ozdel/AP

Non ha prodotto nessun risultato pratico, ma lo stesso viene visto come un passo avanti, l'incontro ad Atalya in Turchia tra i ministri degli Esteri di Ucraina e Russia, Dmytro  Kuleba e Serghei Lavrov.

Il primo dialogo ad alto livello dall'inizio dell'invasione russa è partito dagli aspetti umanitari.

"Abbiamo sollevato il tema di un cessate il fuoco di 24 ore, per risolvere le questioni umanitarie più urgenti. Non abbiamo fatto progressi su questo, poiché sembra che su questa questione ci siano altri che decidono in Russia", ha detto il ministro degli esteri ucraino Kuleba.

Lavrov, da parte sua, ha affermato che l'ospedale pediatrico di Mariupol nascondeva una base del famigerato Battaglione Azov, e ha ammonito duramente le potenze occidentali sulle possibili conseguenze di offrire armi all'Ucraina: per Mosca l'attacco che ha fatto indignare il mondo è una "messinscena". La versione di Mosca non convince nessuno, tuttavia, e nel pomeriggio il presidente francese Emmanuel Macron è tornato a definire l'attacco  un "atto di guerra indegno".  l ministro Lavrov è poi tornato sulle azioni europee di sostegno a Kiev:

"Dove finiranno queste migliaia di sistemi missilistici antiaerei portatili? Lo chiediamo ai nostri omologhi dell'Unione Europea - ha detto - Ma loro non paiono interessati a porre fine alla pluriennale politica volta a rendere l'Ucraina una minaccia per la Federazione Russa, e così non abbiamo nessuna risposta su come questi sistemi di difesa aerea portatili saranno poi controllati".

Lavrov ha però anche detto che Putin è pronto ad incontrare il presidente ucraino Volodymyr Zelensky se la riunione porta un "valore aggiunto" e se serve per fissare "accordi concreti". 

Lavrov ha anche chiesto di far luce sul ruolo di alcuni laboratori per la ricerca chimica e biologica in Ucraina che avrebbero ricevuto finanziamenti dal Pentagono per effettuare quelli che il capo della diplomazia di Mosca ha definito "esperimenti non pacifici".

Al vertice della diplomazia di Antalya 2022, il padrone di casa, il ministro degli esteri turco Cavusoglu ha avuto bilaterali sia con Kuleba che con Lavrov, oggi incontra anche il ministro degli esteri italiano Luigi Di Maio.