This content is not available in your region

L'Eurogruppo pesa l'impatto della guerra in Ucraina

Access to the comments Commenti
Di Giulia Avataneo
euronews_icons_loading
L'Eurogruppo pesa l'impatto della guerra in Ucraina
Diritti d'autore  AP Photo

Il gruppo di ministri delle finanze dell'Eurogruppo è a Bruxelles per discutere dell'impatto del conflitto ucraino sull'economia europea e la moneta unica. L'Unione ha adottato una serie di sanzioni dopo il riconoscimento da parte della Russia delle regioni secessioniste di Luhansk e Donetsk. Il presidente del Consiglio Ue ha annunciato un nuovo pacchetto di misure imminente con l'invasione dell'esercito russo sul territorio ucraino.

Le Maire: "Saranno i russi a soffrire"

"Siamo pronti ad affrontare la situazione. Vogliamo colpire l'economia russa - dice il ministro francese Bruno Le Maire - Abbiamo deciso sanzioni massicce ed efficaci contro l'economia russa e sarà il popolo russo a pagare il prezzo delle decisioni di Vladimir Putin. Questi sono gli oligarchi russi: pagheranno per le decisioni insensate di Putin. Non ci sono dubbi: non sarà l'economia europea, non l'economia mondiale a soffrire -ma quella russa. "

Ma un contraccolpo per l'economia Ue ci sarà: i Paesi dell'Eurozona si aspettano che il conflitto rallenti la ripresa e deprezzi il valore dell'euro rispetto ad altre valute.

Dombrovskis: "Sopporteremo i costi delle sanzioni"

"Il pacchetto di sanzioni contro la Russia avrà anche conseguenze sull'economia europea - dice il vicepresidente della Commissione Valdis Dombrovskis - Vediamo già nervosismo sui mercati finanziari. Ma in questa situazione una risposta come Unione europea e mondo occidentale e democratico è necessaria e sì, ci saranno costi da sopportare".

La Russia fornisce il 40% del fabbisogno di gas naturale dell'Ue. Gli stati dell'Eurozona cercheranno di aumentare le importazioni di gas dagli Stati Uniti e dal Caucaso per mitigare questa dipendenza. Ma rimane il nodo del costo dell'approvvigionamento.

Lindner: "Tutte le opzioni sul tavolo"

Rispetto alle sanzioni alla Russia "tutte le opzioni sono sul tavolo, ma abbiamo già un blocco totale delle banche russe, il che significa che le transazioni commerciali con la Russia sono quasi cessate", dice il ministro delle finanze tedesco Christian Lindner. "In alcuni casi è ancora possibile effettuare transazioni per pagare forniture di gas, ad esempio per consentire alle imprese tedesche di effettuare bonifici alle proprie controllate in Russia. Sono possibili ulteriori passi, ma occorre tenerne conto per quanto riguarda le conseguenze sull'economia russa".