This content is not available in your region

Italia, denuncia Amnesty sulle RSA. Un’inchiesta parlamentare sui decessi per Covid

Access to the comments Commenti
Di Debora Gandini  & Giorgia Orlandi
euronews_icons_loading
Inchiesta Amnesty RSA
Inchiesta Amnesty RSA   -   Diritti d'autore  euronews

Amnesty International chiede un’inchiesta parlamentare indipendente sui decessi per Covid-19 nelle case di cura per anziani in Italia.

L’Ong nel suo rapporto ha svelato le ritorsioni contro il personale sanitario delle RSA messo a tacere, si legge, sulle condizioni di lavoro già difficili e aggravate dalla pandemia, con la complicità dello Stato. Secondo Amnesty International i datori di lavoro hanno imposto il silenzio, effettuato licenziamenti ingiusti e adottato misure antisindacali.

La commissione d'inchiesta dovrebbe prendere in esame le gravi preoccupazioni sollevate dal personale e dai sindacati in tema di sicurezza, salute e precarie condizioni di lavoro. La ricerca è stata condotta tra febbraio e agosto del 2021.

L’organizzazione sui diritti umani ha parlato con 34 tra professioniste e professionisti in servizio nelle strutture residenziali e poi con avvocati, esperti del settore e sindacalisti.

Marco Perolini, ricercatore di Amnesty sull’Europa occidentale, ricorda che “operatrici e operatori sanitari e sociosanitari delle strutture residenziali sono stati in prima linea nella lotta contro la pandemi, elogiati dal governo italiano per il duro lavoro svolto in condizioni terribili. Tuttavia, queste stesse persone sono state ridotte al silenzio dai loro datori di lavoro quando hanno cercato di esprimere preoccupazione sul trattamento degli ospiti anziani e sulla propria sicurezza".

L'appello di Amnesty mira a mettere in luce il ruolo del personale sanitario. Un ruolo che non è stato valorizzato ed apprezzato né dal punto di vista sociale né da quello politico, trattandosi spesso di donne, migranti o dipendenti che erano in costretti a lavorare in modo precario.

Anche se la campagna di vaccinazione ha dato la priorità a questi lavoratori nelle case di cura, molte numerose le preoccupazioni sulle condizioni che finora sono rimaste inascoltate.