ULTIM'ORA
This content is not available in your region

California, perché il referendum sul governatore è così importante

Access to the comments Commenti
Di euronews
euronews_icons_loading
California, perché il referendum sul governatore è così importante
Diritti d'autore  AFP
Dimensioni di testo Aa Aa

Il presidente americano è volato in California per dare sostegno anche fisico al suo governatore, Gavin Newsom, su cui il Golden State tiene questo lunedì un referendum sulla sua rimozione in seguito a alcune decisioni e gaffe prese e fatte sotto il periodo più buio della pandemia.

Il voto su Newsom è un test per la stessa amministrazione Biden dopo le critiche seguite al ritiro dall'Afghanistan.

Il voto di oggi è un banco di prova per l'amministrazione democratica e le sue politiche progressiste a partire dalla lotta al cambiamento climatico, su cui la California `è apripista.

La richiesta di rimozione del liberal Newsom sarebbe un brutto colpo per l'agenda del partito e l'immagine della Casa Bianca dopo il caotico ritiro dall'Afghanistan, alla base dell'emorragia di consensi per il presidente Joe Biden. Rappresenterebbe anche un segnale negativo per i dem in vista delle elezioni di metà mandato del 2022.

Questa non è un'iperbole, ma gli occhi della nazione sono tutti puntati sulla California, perché la decisione che state per prendere non avrà solo un impatto enorme sulla questo Stato, risuonerà in tutta la nazione. E, sinceramente e non scherzo, in tutto il mondo
Joe Biden

È giustificata quindi l'enfasi che Biden dà su questo voto, come lui stesso dice: "Questa non è un'iperbole, ma gli occhi della nazione sono sulla California, perché la decisione che state per prendere non avrà solo un impatto enorme sulla California, risuonerà in tutta la nazione. E, sinceramente e non scherzo, in tutto il mondo".

Gli elettori del lay back State per eccellenza sono divisi. Neel è un piccolo imprenditore e si è espresso con voto anticipato: "Sono un piccolo imprenditore e nell'ultimo anno la mia attività non è stata considerata essenziale per cui è rimasta chiusa, non è stato così in altri Stati quindi ho votato contro Newsom".

Anche Madeline ha già votato ma la pensa in modo opposto:

"Sono qui oggi perché non voglio che la California sia governata da repubblicani; Sono disgustato da alcuni dei candidati repubblicani e da ciò che sta accadendo nel nostro paese, quindi voglio sostenere Gavin Newsom. E ho votato contro la sua rimozione".

È la seconda volta nella storia che i cittadini sono chiamati a decidere se un governatore può mantenere il suo incarico o deve essere rimosso, e diciotto anni fa un voto simile ha permesso ad Arnold Schwarzenegger di arrivare alla guida della California.

Stando agli ultimi sondaggi il 53enne ex sindaco di San Francisco sembra avanti: il 60% dei californiani si dice infatti contrario alla sua rimozione, percentuale in netto miglioramento rispetto al 50% di luglio, dovuta anche alla dispersione dei voti fra i 46 candidati in corsa, tra cui il frontrunner conservatore Larry Elder , senza dimenticare l'icona transgender Caitlyn Jenner.

Il referendum su Newsom era stato deciso per alcune sue azioni prese durante la pandemia e per diverse gaffe, come ad esempio andare a cena al ristorante mentre chiedeva agli abitanti di restare a casa per il covid.