ULTIM'ORA
This content is not available in your region

La casa futurista di Giacomo Balla apre al pubblico

Di Euronews
euronews_icons_loading
La casa di Balla
La casa di Balla   -   Diritti d'autore  AP Photo
Dimensioni di testo Aa Aa

Rivestire le pareti e gli arredi di luce, scomposta nei suoi colori fondamentali, e viverci dentro.
Un luogo unico, dove la poetica futurista di Giacomo Balla, pittore, scultore e scenografo, diventava vita quotidiana ma d'avanguardia.
L’appartamento di Balla, l'uomo che percorse in velocità uno stralcio del secolo breve, riapre al pubblico per una testimonianza storico artistica di grande impatto.

"Stiamo aprendo dopo molti anni di chiusura la casa dove Giacomo Balla, sua moglie e le sue figlie hanno vissuto per diversi anni, ed è più di una casa - dice Giovanna Melandri, presidente dlla Fondazione MAXXI, che si è occupata dei lavori di restauro dell'abitazione - È un laboratorio, è dove i suoi progetti creativi prendevano davvero forma, si plasmavano. E, mentre andavamo avanti con il progetto, ci siamo resi conto di quanto fosse incredibilmente contemporanea l'idea di arte di Giacomo Balla come progetto totale".

L’appartamento di Balla in via Oslavia a Roma è protetto da un vincolo di tutela dal 2004. Gli interventi di restauro e di messa in sicurezza, realizzati dal 2018, hanno consentito l’apertura del museo a domicilio, che l'artista tanto amato nel Ventennio aveva adottato come abitazione, in una modernissima commistione tra arte e vita, oggetti di uso comune e dipinti appesi alle pareti.

Casa Balla apre al pubblico solo nel fine settimana a partire dal prossimo 25 giugno.