Francia, morto l'estremista che aveva accoltellato una poliziotta

l'aggressione è avvenuta nei pressi di nantes
l'aggressione è avvenuta nei pressi di nantes Diritti d'autore Euronews
Diritti d'autore Euronews
Di Antonio Michele Storto Agenzie:  ANSA
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

si chiamava Ndiaga Dieye ed era segnalato come estremista islamico a rischio radicalizzazione

PUBBLICITÀ

È morto per le ferite riportate nello scontro a fuoco con la polizia l'uomo che questa mattina aveva ferito gravemente una poliziotta francese.

Si chiamava Ndiyaga Dieye, cittadino francese già noto ai servizi di sicurezza e da tempo segnalato - stando a quanto dichiarato dalle autorità locali - nel registro degli estremisti islamici a rischio radicalizzazione. 

Tutto è iniziato vicino a una stazione di polizia a La Chapelle sur Edre, nei dintorni di Nantes: l'aggressore si è avvicinato all'agente accoltellandola a una coscia e fuggendo dopo averle rubato l'arma d'ordinanza.

Localizzato nel mezzo di una imponente caccia all'uomo che ha mobilitato oltre 200 unità tra polizia, gendarmeria e tiratori scelti, Dieye ha aperto il fuoco contro le forze dell'ordine che lo avevano circondato, prima di venire a sua volta colpito, riportando ferite rivelatesi in seguito fatali.

 Tre gendarmi sono stati raggiunti da proiettili: uno sarebbe rimasto ferito a una mano e un altro ad un braccio.

Dieye - che aveva una quarantina d'anni - si sarebbe radicalizzato in carcere scontando una pena per reati comuni. Gli inquirenti lo avevano iscritto nel fascicolo degli islamisti a rischio, segnalando anche la presenza di disturbi psichiatrici

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Poliziotta accoltellata in Francia: l'aggressore era radicalizzato e noto agli 007

Parigi, al via il processo per l'attentato al mercatino di Natale di Strasburgo del 2018

Terrorismo, estradato in Francia Salah Abdeslam, uno degli stragisti di Parigi di novembre 2015