ULTIM'ORA
This content is not available in your region

Brexit, cosa accadrà alle pere belghe? Paura per l'aumento dei prezzi

Di Jack Parrock
euronews_icons_loading
Brexit, cosa accadrà alle pere belghe? Paura per l'aumento dei prezzi
Diritti d'autore  Euronews/Jack Parrock
Dimensioni di testo Aa Aa

Pere belghe, delizia nazionale, ma anche da esportare, sopratutto in Gran Bretagna. Ma ora, in attesa di un accordo sul dopo Brexit, a regnare è l'incertezza. L'esportazione di frutta rappresenta oltre il 5% del Prodotto interno lordo del Belgio. Ogni anno si producono infatti oltre 330.000 tonnellate di frutta, oltre l'8% finisce sulle tavole Oltremanica.

La preoccupazione che si respira al mercato all'ingrosso del Belgium Fruit Valley, tra chi lavora nel settore in vista del caos Brexit diventa ogni giorno più grande.

"Tradizionalmente esportiamo anche al di fuori dell'Unione europea - prova a minimizare Marc Evrard, direttore commerciale del Belgium Fruit Valley - quindi dal punto di vista organizzativo non avremmo problemi e diversificare il mercato. Il fatto però è che se il Regno Unito uscisse improvvisamente dalle commesse ne risentiremmo molto".

In Belgio, si teme che le Brexit possa avere un impatto sui prezzi, che potrebbe salire o scendere troppo. Senza un accordo ci potrebbero poi essere anche dei problemi nei rifornimenti degli imballaggi. Il che potrebbe mandare in tilt tutta la catena di produzione.

Un no-deal potrebbe provocare, inoltre, blocchi delle merci su entrambe le sponde della Manica. Sul lato inglese ad esempio, la dogana potrebbe controllare il pagamento di eventuali dazi da parte delle aziende britanniche che importano frutta europea. In altre parole, un caos totale, che tutti vorrebbero evitare.