5G, la Svezia cede alle pressioni USA e mette al bando Huawei

5G, la Svezia cede alle pressioni USA e mette al bando Huawei
Diritti d'autore AFP
Di euronews
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

L'Autorità per le conunicazioni di Stoccolma esclude le aziende cinesi dall'asta di novembre per le reti telefoniche di nuova generazione

PUBBLICITÀ

Nello sviluppo delle reti telefoniche 5G la Svezia mette al bando le aziende cinesi all'avanguardia nel settore.

In vista dell'asta del 10 novembre per l'assegnazione delle frequenze, l'autorità nazionale per le comunicazioni ha stabilito che "Le nuove installazioni e la nuova implementazione delle funzioni centrali per l'uso radio nelle bande di frequenza non devono essere effettuate con prodotti dei fornitori Huawei o ZTE".

A tali norme - evidenzia l'Autorità - si è giunti dopo una "consultazione con le forze armate e col servizio di intelligence svedesi".

Le decisioni delle autorità svedesi seguono analoghe misure disposte da altri governi europei in conseguenza delle forti pressioni diplomatiche esercitate dagli USA.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Italia, tlc: ancora il ''golden power'' per escludere Huawei

La rivoluzione 5G in Europa: cosa produrrà e quali saranno i benefici?

Lituania, ministero della Difesa: "Non acquistate telefoni cellulari cinesi"