ULTIM'ORA
This content is not available in your region

Covid-19, anche in Austria un giro di vite

euronews_icons_loading
Sebastian Kurz
Sebastian Kurz   -   Diritti d'autore  euronews
Dimensioni di testo Aa Aa

Anche l'Austria introduce limitazioni alle attività sociali con l'obbiettivo di frenare la diffusione dei contagi da coronavirus. Le nuove e più restrittive norme sono state annunciate dal cancelliere federale Sebastian Kurtz, che le ha giustificate con la gravità della situazione attuale; "A partirte dalla mezzanotte di venerdi gli incontri al chiuso saranno consentiti solo per un massimo di 6 persone, mentre quelle all'aperto sono consentite fino a un massimo di 12 presenti", spiegato ai giornalisti.

La restrizione si applica a tutte le attività sociali, dai matrimoni ai funerali, dagli incontri sportivi alle cene al ristorante, ma non prevede ancora l'istiuzione di un coprifuoco a lvello nazionale. I Länder federali tuttavia potrenno decidere ulteriori inasprimenti su scala locale. Secondo il capo del governo, se non si agisce adesso si correrà il rischio di avere, già a dicembre, medie di contagi a livello di 6000 nuovi casi giornalieri. "Nei prossimi mesi ci attende un tour de force per tutto il paese. Tutti noi, in Austria e in Europa, siamo stanchi di questa situazione ma ci vorranno ancora mesi prima di poter fare un vero passo avanti con un vaccino che inneschi una inversione di tendenza".

In base alle nuove misure, i grandi eventi che sono stati ufficialmente confermati prevedono il limite di 1000 partecipanti se al chiuso e di 1500 se all'aperto. Inoltre, si prevede per il futuro l'obbligo di indossare le mascherine in occasione di avvenimenti culturali o sportivi, come le partite della Bundesliga, o le rappresentazioni teatrali.