ULTIM'ORA
This content is not available in your region
FOTO Rete idrica carente, siccità ed embargo: il problema dell'acqua potabile a Cuba
Diritti d'autore  Sanne Derks

FOTO Rete idrica carente, siccità ed embargo: il problema dell'acqua potabile a Cuba

L'acqua potabile non è scontata a Cuba. Le piogge scarse, l'aumento della popolazione, l'esaurimento dei servizi idrici, l'embargo degli Stati Uniti e le difficoltà economiche generali sono tra le ragioni principali della scarsità di acqua potabile nel paese.

Sanne Derks, fotoreporter e antropologa olandese, ha passato mesi ad esplorare il problema dell'acqua a Cuba.

Di recente il festival internazionale del fotogiornalismo di Perpignano, 'Visa pour l'image', ha ospitato la sua mostra fotografica 'Manifiesto del agua'. L'abbiamo incontrata per discutere dei numerosi modi, a volte molto inventivi, che i cubani hanno trovato per affrontare il problema dell'accesso all'acqua.

L'acqua potabile è promessa nella nuova costituzione cubana

Nel 2019 lo Stato ha riconosciuto il diritto di ogni cittadino cubano di avere accesso all'acqua potabile. Nonostante alcuni sforzi visibili, mantenere questa promessa sembra essere una vera sfida.

Le famiglie hanno serbatoi d'acqua per gestire il problema delle interruzioni di fornitura

Non esiste acqua potabile corrente 24 ore al giorno, tutti i giorni, spiega Sanne.

Per esempio Trinidad, una città nel centro di Cuba, di solito ha 2 ore di acqua corrente ogni 5 giorni. Ma quando un acquedotto molto vecchio - l'unica fonte d'acqua della zona - si è rotto, non c'è stata fornitura per 20 giorni durante le riparazioni, quindi è stata consegnata acqua non trattata che doveva essere pulita dalla gente stessa.

Mancanza di rifornimenti

A Cuba le aziende nazionalizzate sono responsabili di tutti i servizi essenziali, compresa la fornitura di acqua. L'economia in difficoltà ha portato a una mancanza di rinnovamento, che spesso viene anche attribuita all'embargo imposto dagli Stati Uniti.

"La pandemia ha complicato ulteriormente la situazione per Cuba, perché gli aerei sono pochi o non ci sono, quindi ci sono ancora meno rifornimenti. Tutto ciò che può essere riparato nel Paese viene riparato con i limitati rifornimenti disponibili", spiega il fotografo.

L'acqua viene distribuita con i camion

Se i tubi dell'acqua sono rotti o non esistono, l'acqua viene consegnata dai camion. In centro e in periferia si vedono persone con secchielli che si dirigono verso il camion per riempirli.

Questo modo di fornire acqua è molto importante, ma non sempre affidabile. L'anno scorso la carenza di carburante nel Paese, provocata dalla crisi in Venezuela, ha aggravato ulteriormente i problemi idrici di Cuba. Senza benzina, ovviamente, non si è potuto usare i camion per rifornire d'acqua la popolazione.

Sanne Derks
In caso di problemi alla rete idrica l'acqua viene distribuita con dei camionSanne Derks

Una brigata sanitaria controlla la qualità dell'acqua

"Questi sono i dipendenti della Brigata Sanitaria, hanno un po' di autorità", dice Derks indicando una delle foto che mostrano i funzionari sanitari, il cui compito è quello di controllare la qualità dell'acqua.

"Usano taccuini, matite, non c'è niente di digitalizzato. Alle 8 devono presentarsi a una riunione, dove devono mostrare tutto il materiale necessario e a quasi tutti manca qualcosa. Poi vengono mandati in strada a fare il loro lavoro".

Euronews
Sanne Derks mostra la foto che ritrae il suo incontro con la brigata sanitaria a CubaEuronews

I pesci sostituiscono i prodotti chimici per il controllo biologico

Tenere l'acqua nei serbatoi di stoccaggio può causare un altro problema: le zanzare che trasmettono diverse malattie tropicali possono deporre lì le loro uova. I dipartimenti sanitari hanno il compito di controllare queste vasche per assicurarsi che non vi siano larve al loro interno.

Poiché le sostanze chimiche che di solito vengono utilizzate per prevenire questo problema sono scarse, si è dovuto ricorrere ad un'altra soluzione: i pesci, che mangiano le larve, sono tenuti nelle vasche d'acqua.

"Dopo un po' di tempo il pesce nella vasca muore, quindi viene sostituito da un altro pesce. Sì, è una seccatura", dice Sanne.

La fumigazione è molto usata

Per combattere le malattie trasmesse dalle zanzare si usa anche la fumigazione. I fumigatori di solito arrivano senza preavviso e gli abitanti devono lasciare la loro casa assieme ai loro animali per più di un'ora. A causa dei disagi che provoca, a volte si cerca di evitare la fumigazione. Ma, ha osservato la fotografa, la gente tende a prenderla più seriamente se c'è un'epidemia.

Sanne Derks
Alla maggior parte dei fumigatori vengono date maschere come protezione contro i fumi tossici, ma pochissimi le indossano. Matanzas, 8 maggio 2019Sanne Derks

Solidarietà e cooperazione sono la norma

"I cubani per mentalità non hanno la tendenza a lamentarsi. Trasformano tutto in qualcosa di positivo, questo è il loro fascino e la loro forza - sottolinea Sanne - dicono: 'Prendiamoci una birra e sistemiamo le cose'. Le persone sono gentili e sono disposte a condividere. Hanno un grande senso della comunità e sono molto disponibili".

"Se la pressione dell'acqua nelle tubature è troppo bassa - aggiunge - si può usare una pompa dell'acqua. Ma queste sono difficili da trovare e devono essere importate. I cubani possono andare di casa in casa a raccogliere i soldi per un'iniziativa come questa, lo fanno insieme".

La vendita commerciale di acqua è illegale (ma tollerata)

Il governo costruisce dei pozzi nelle aree che non hanno una rete idrica. La gente del posto a volte vende l'acqua a persone di altre regioni, trasportandola in cisterne su carri trainati da cavalli. Ufficialmente la vendita commerciale dell'acqua non è consentita. Quando vengono fermati dalla polizia i venditori dicono che l'acqua viene trasportata per uso familiare. La polizia non ha prove delle transazioni e generalmente tende a chiudere un occhio su questo commercio.

Le piscine degli hotel sono popolari

Sdraiati davanti alla piscina del loro hotel, i turisti non hanno idea della scarsità d'acqua nel paese, dato che alle zone turistiche viene data la priorità per l'approvvigionamento idrico.

Nataliia Liubchenkova/Euronews
Sanne Derks al festival della fotografia 'Visa pour l'image' di PerpignanoNataliia Liubchenkova/Euronews

Per quasi un decennio ai cubani è stato permesso di fare il bagno nelle piscine degli alberghi. Alcune di esse sono diventate molto popolari tra la gente del posto, altre fanno pagare fino a 80 euro al giorno per questo servizio, una somma di denaro che i cubani non possono permettersi.

Poiché si tratta di una parte significativa dell'economia del Paese, la gente del posto capisce che è importante mantenere i turisti soddisfatti. Tuttavia a volte si verificano situazioni estreme e capita che gli alberghi abbiano bisogno di nuove tubature: in genere vengono prelevate dai quartieri che non hanno acqua per gli abitanti del posto.