ULTIM'ORA
This content is not available in your region

Tour de France: il mesto ritiro dell'ex "Cannibale" Bernal

euronews_icons_loading
La maschera di delusione di Egan Bernal.
La maschera di delusione di Egan Bernal.   -   Diritti d'autore  AP
Dimensioni di testo Aa Aa

La notizia del ritiro (non ha neppure preso il via della 17.tappa) di Egan Bernal fa scalpore perchè era stato il vincitore della passata edizione del Tour de France.

Fa meno scalpore perchè il 23enne colombiano è sembrato il fantasma di se stesso e in questo Tour aveva già accumulato 19 minuti di ritardo dalla maglia gialla.

La dichiarazione di Bernal tramite il sito ufficiale di Ineos, la sua squadra:

"Ovviamente non è così che volevo che finisse il mio Tour de France, ma sono d'accordo che è la decisione giusta per me, date le circostanze.
Ho il massimo rispetto per questa corsa e non vedo l'ora di tornare negli anni a venire".
Egan Bernal
23 anni, ciclista colombiano
Grafica Euronews
La dichiarazione di Bernal sul sito ufficiale del Team Ineos.Grafica Euronews

Per Bernal sembrano lontanissimi i tempi del trionfo nell'anno scorso sugli Champs Elysees.

Per il corridore colombiano si tratta della prima vera bocciatura della carriera, ancor più grave visto che si era creato la squadra a suo piacimento, facendo fuori di fatto il compagno-rivale Chris Froome, non convocato dal potente manager Dave Brailsford.

Dopo il fallimento della spedizione al Tour, il Team Ineos potrebbe persino dirottare Bernal (che però soffre di mal di schiena) al Giro d'Italia, magari insieme al vincitore del 2019, l'ecuadoriano Richard Carapaz, in appoggio al capitano designato Geraint Thomas.

Un ultimo tentativo, per la squadra britannica, di salvare la stagione.

Christophe Ena/Copyright 2020 The Associated Press. All rights reserved
Un Tour di fatica e sofferenza per Bernal.Christophe Ena/Copyright 2020 The Associated Press. All rights reserved