ULTIM'ORA
This content is not available in your region

San Francisco "arancione" come in Blade Runner: la somiglianza è impressionante

euronews_icons_loading
San Francisco "arancione" come in Blade Runner: la somiglianza è impressionante
Diritti d'autore  Noah Berger/Noah Berger
Dimensioni di testo Aa Aa

L'ambientazione, in teoria, sarebbe stata Los Angeles: ma per il resto, la San Francisco su cui, ieri, i raggi del sole penetravano a malapena i fumi degli incendi devastanti che stanno colpendo la California è identica al desolante scenario in cui Ridley Scott ha girato il suo Blade Runner 2049.

Eric Risberg/Copyright 2020 The Associated Press. All rights reserved
Lo skyline della città, avvolta da una coltre arancioneEric Risberg/Copyright 2020 The Associated Press. All rights reserved

Se ne sono accorti, in massa, gli utenti di Twitter - compreso un visionario tecnologico come Elon Musk - dove da ore si rincorrono i paragoni tra i due scenari, definiti ora "meravigliosi" ora inquietanti".

Un vero e proprio cielo apocalittico, quello che ha sovrastato Frisco, avvolgendo in una nube rossastra perfino l'iconico Golden Gate Bridge.

In molte zone della rinomata baia, il cielo è rimasto così per ore.

L'intenso e incredibile spettacolo di luci ha portato centinaia di persone ad accalcarsi sul celebre ponte per scattare foto e selfie che hanno inondato i social.

Un entusiasmo che, per quanto comprensibile, ha finito per rendere ancor più surreale la scena, nel suo complesso: ad oggi, almeno tre persone sono morte in California a causa degli incendi, con abitazioni distrutte e molti residenti gravemente ustionati

Tony Avelar/Copyright 2020 The Associated Press. All rights reserved
Canottieri nella BaiaTony Avelar/Copyright 2020 The Associated Press. All rights reserved

A moltiplicare la portata della fiamme, le raffiche di vento che hanno oltrepassato punte di 16 km orari. Gli incendi si sono estesi dallo stato di Washington, che confina con il Canada, fino a San Diego, nella California meridionale. In Oregon sono finiti in cenere 120.000 ettari di bosco e almeno cinque comunità sono state quasi completamente distrutte da incendi che per la governatrice Kate Brown sono "senza precedenti nella storia" dello stato.

Jeff Chiu/Copyright 2020 The Associated Press. All rights reserved
Veduta dalle alture di Kite HillJeff Chiu/Copyright 2020 The Associated Press. All rights reserved

Perfino dalle zone collinari, dove la visibilità è generalmente migliore, per via del minor livello d'inquinamento, il profilo della città appariva pressoché indistinguibile.

Frederic Larson/Frederic Larson 2020
Il celebre Golden Gate bridge, avvolto da un'inquietante rosso fuocoFrederic Larson/Frederic Larson 2020

Quando il gioco di luci ha raggiunto il parossismo, il celebre Golden Gate Bridge, per il riflesso dei lampioni piazzati lungo l'intero percorso, pareva - più che uno dei simboli della città dove nacque il movimento hippie - l'ingresso di un girone dell'inferno dantesco

Noah Berger/Noah Berger
Colonna di fumo nei pressi di Oroville, entroterra californianoNoah Berger/Noah Berger

Nelle stesse ore, le fiamme continuavano ad avvolgere la quasi totalità del territorio californiano: questa foto, scattata su una provinciale che percorre il lago Oroville (nei pressi dell'omonima città), mostra una colonna di fumo che, a un primo sguardo, potrebbe far pensare a un vulcano in eruzione.

Noah Berger/Noah Berger
La vallata attorno al Golden Gate Bridge, avvolta dalle fiammeNoah Berger/Noah Berger

Da anni ormai, le settimane a ridosso tra estate e autunno sono divenute la "stagione degli incendi" in California: ogni anno - tra morti, ustionati e centinaia di abitazioni distrutte (incluse ville e buen retiros di parecchi vip) - gli effetti si fanno più devastanti.

Per molti, negli Stati Uniti, ciò sarebbe da attribuire agli effetti del cambiamento climatico: ma anche su questo, l'America diventa sempre più spaccata in due