ULTIM'ORA
This content is not available in your region

5G: Commissione Ue, diversificare i fornitori. No al monopolio di Huawei

euronews_icons_loading
5G: Commissione Ue, diversificare i fornitori. No al monopolio di Huawei
Diritti d'autore  Ng Han Guan/Copyright 2020 The Associated Press. All rights reserved.
Dimensioni di testo Aa Aa

La Commissione Europea esorta gli stati membri a prendere urgentemente provvedimenti per diversificare i fornitori di apparecchiature 5G e per evitare operatori ritenuti ad alto rischio. Lo sostiene la Commissione Europea in un rapporto di aggiornamento sull'implementazione del 5G negli Stati membri.

I governi europei stanno discutendo se vietare o meno il colosso della tecnologia cinese Huawei, perchè sono preoccupati che la società possa trasmettere i dati europei al governo cinese.

Il direttore di Huawei in Europa, Abraham Liu, ha detto a Euronews che i timori sono infondati:

"Popoli europei, governi europei, decisori politici, se non ti fidi del governo cinese, quindi se non vi fidate di Huawei, fidatevi dei vostri operatori e delle vostre stesse autorità. Abbiamo lavorato con loro, siamo la società più controllata" .

Il Regno Unito ha vietato l'uso di componenti di Huawei per lo sviluppo del 5g e la Francia afferma che le apparecchiature dell'azienda non devono essere utilizzate dopo il 2028 e che dovranno essere eliminate efficacemente.

Il governo americano ha preso una posizione ancora più dura con un divieto assoluto.

"Il governo degli Stati Uniti sostiene che, poiché in Cina c'è una legge che stabilisce che lo stato possa chiedere a qualsiasi società di fornirgli dati per la sicurezza , il fatto che Huawei è un' azienda cinese c'è il rischio che possa essergli chiesto di fornire informazioni" ha detto Matthew Newman di MLex

In diversi Paesi ci sono state proteste da parte di cittadini europei che temono che il 5G possa avere effetti dannosi sulla salute.