ULTIM'ORA
This content is not available in your region

Usa: Deutsche Bank punita con 150 milioni di dollari per i rapporti con il pedofilo Epstein

Usa: Deutsche Bank punita con 150 milioni di dollari per i rapporti con il pedofilo Epstein
Diritti d'autore  AFP
Dimensioni di testo Aa Aa

Le autorità finanziarie di New York hanno annunciato una multa di 150 milioni di dollari alla Deutsche Bank per non aver indagato e denunciato i conti bancari del defunto finanziere americano Jeffrey Epstein, accusato di traffico di minori.

È la prima volta che un istituto finanziario è stato penalizzato per i suoi legami con il milionario americano, a dirlo il Dipartimento dei servizi finanziari di New York, un'agenzia governativa statale.

"Non importa quanto sia ricca, quanto grande o quanto sia potente l'istituzione, New York non tollererà alcun comportamento predatore di alcun tipo", ha dichiarato il Governatore dello Stato Andrew Cuomo in una nota.

Arrestato a luglio 2019, Epstein si è dichiarato non colpevole di traffico di minori e si sarebbe suicidato un mese dopo in una prigione di Manhattan dove era in attesa di processo. Aveva 66 anni.

Deutsche Bank avrebbe dovuto sospettare le transazioni di Epstein che includevano "pagamenti di oltre $ 7 milioni, nonché dozzine di pagamenti a studi legali di oltre $ 6 milioni per quelle che sembrano essere spese legali di Epstein e dei suoi complici ".

"Attraverso la relazione (con il suo cliente), sono state messe in discussione pochissime transazioni problematiche e, anche quando lo erano, erano di solito autorizzate senza una spiegazione soddisfacente", ha detto.

La sanzione copre anche i rapporti di Deutsche Bank con Danske Bank Estonia, che è al centro di uno scandalo di riciclaggio di denaro.

Il New York State Department of Financial Services ha spiegato che la banca tedesca è stata multata perché «non ha controllato in modo appropriato le attività bancarie condotte in nome» di Epstein dal 2013 al 2018.