ULTIM'ORA
This content is not available in your region

In corsa per l'eurogruppo, chi sarà il successore di Mario Centeno?

euronews_icons_loading
In corsa per l'eurogruppo, chi sarà il successore di Mario Centeno?
Diritti d'autore  Euronews
Dimensioni di testo Aa Aa

Le dimissioni di Mário Centeno come presidente dell'eurogruppo hanno scatenato una corsa per la sua successione in seno ai ministri delle finanze della zona euro. Le candidature sono aperte fino giovedì 25 giugno e i grandi favoriti sono Nadia Calviño, vice primo ministro spagnolo, Pierre Gramegna, ministro delle finanze lussemburghese e Paschal Donoiu, il suo omologo irlandese.

Tra le sfide che dovrà affrontare sicuramente la crisi del Covid-19 e il piano finanziario pluriennale.

"Penso che il lavoro del presidente dell'Eurogruppo sarà quello di trovare compromessi. In realtà la crisi del Covid-19 potrebbe favorire dei passi avanti, il che significa che il prossimo prossimo presidente dell'Eurogruppo potrebbe tentare di sfruttare quell'opportunità per portare avanti una riforma fondamentale dell'Unione economica e monetaria. Ma per farlo dovrà colmare le differenze tra gli Stati membri e anche intrattenere buoni rapporti con il Consiglio europeo ", spiega Janis Emmanouilidis dello European Policy Centre.

Né Calviño né Gramegna sono esponenti di centrodestra e questo potrebbe andare a loro favore, visto che i leader delle altre istituzioni europee appartengono a quella famiglia politica.

"La geografia e l'orientamento politico sono questioni che la gente nota e che dicono molto sugli equilibri tra le diverse fazioni dell'Eurogruppo. Quindi la nomina del presidente prende in considerazione questi elementi. C'è un grande supporto da parte degli stati membri del Sud per la candidata spagnolo. La parte tedesca non è molto chiara su chi sia il suo favorito e questo è impo rtante dato il suo ruolo nell'Eurogruppo, e poi c'è la questione di come si posizioneranno i frugali e i paesi del Nord", continua Emmanouilidis.

Le elezioni si terranno il 9 luglio e Il presidente verrà eletto a maggioranza semplice per un mandato di 2 anni e mezzo.