ULTIM'ORA
This content is not available in your region

Alghe, l'alimento magico del futuro per la salute, la natura e l'economia

euronews_icons_loading
euronews
euronews
Dimensioni di testo Aa Aa

Spesso in Europa non consideriamo le alghe come cibo. La produzione qui è ancora molto ridotta, e fa affidamento principalmente sulla raccolta di alghe selvatiche.

Una situazione destinata però a cambiare, con la pressione crescente cui sono sottoposte le risorse terrestri. Questa fattoria di alghe biologiche nei Paesi Bassi può aiutarci a immaginare un settore in forte espansione in un futuro non così lontano.

Secondo l'Unione europea e l'Organizzazione delle Nazioni unite per l'alimentazione e l'agricoltura il cibo d'origine marina, alghe incluse, è destinato ad avere un ruolo sempre più rilevante per la sicurezza alimentare nel mondo.

Usando metodi di coltivazione sostenibili, possiamo aumentare la produzione di alghe senza danneggiare l'ambiente marino. Ricche di vitamine, minerali, antiossidanti e proteine, le alghe si sposano anche molto bene con le ambizioni di un sistema alimentare sostenibile per l'Europa.

Non solo, ma le fattorie marine contribuiscono al sequestro del carbonio, e quindi alla mitigazione dei cambiamenti climatici. E le alghe nell'alimentazione degli animali possono ridurre la dipendenza dell'Europa dalla soia importata e contribuire alla lotta contro la deforestazione.

In linea con il Green Deal europeo, l'alghicoltura può contribuire a una crescita economica più sostenibile, ad aumentare l'occupazione e a sviluppare le bioeconomia nelle regioni costiere e in tutta Europa. È per tutte queste ragioni che l'Unione europea ha incluso nella sua strategia Farm to Fork un supporto mirato per il settore della produzione di alghe.