ULTIM'ORA
This content is not available in your region

The Brief from Brussels. Puigdemont, immunità a rischio

euronews_icons_loading
The Brief from Brussels. Puigdemont, immunità a rischio
Diritti d'autore  AP LIONEL CIRONNEAU
Dimensioni di testo Aa Aa

I due leader indipendentisti, Carles Puigdemont e Toni Comin, hanno preso il loro posto come membri del Parlamento europeo.

Ma Potrebbero perdere la loro immunità parlamentare. La giustizia spagnola ha già chiesto al Parlamento europeo di revocare la loro immunità poiché sono ancora perseguiti per aver organizzato il referendum sull' indipendenza della Catalogna.

Secondo la procedura, il presidente del Parlamento annuncia la richiesta durante la sessione plenaria.

"Non si giudica la colpevolezza ma è piuttosto una valutazione formale per determinare se ci sono le condizioni per sospendere l'immunità", spiega Jan Wouters, professore di diritto internazionale dell'Università di Lovanio.

Ma vediamo i passaggi successivi.

La commissione parlamentare per gli affari giuridici studierà il caso, a porte chiuse, e emetterà una raccomandazione.

E poi, si svolgerà una votazione in Aula senza dibattito, per alzata di mano.

"Succede abbastanza regolarmente. - continua Wouters - Nella passata legislatura, ad esempio, ci sono state circa 60 richieste di revoca dell'immunità da parte delle autorità nazionali. Ed è stata concessa nella maggior parte dei casi, per l'esatteza nel 92% dei casi ".

Un caso esemplare è quello di Marine Le Pen, sotto accusa per aver mostrato immagini di crimini raccapriccianti del sedicente Stato Islamico.

Le altre notizie in breve:

Caricabatterie universale

Il Parlamento europeo vuole semplificare la vita dei consumatori e propone un caricabatterie universale adatto a tutti i modelli di telefoni cellulari.

Finora gli accordi, da parte delle industrie del settore, non hanno prodotto i risultati desiderati.

Lunedì è previsto un dibattito in aula mentre la data del voto non è ancora stata definita.

Italia, non un paese per donne

Il Consiglio d'Europa ha criticato l'Italia per gli insufficienti sforzi nel combattere la violenza di genere.

In un documento invita le autorità italiane a migliorere il supporto alle vittime di stupro e violenza.

L'istituzione denuncia, inoltre, che in Italia la semplice idea di uguaglianza di genere trova ancora resistenza nella società.