ULTIM'ORA
This content is not available in your region

Leader europei: dal Regno Unito un segnale per concludere la Brexit

Leader europei: dal Regno Unito un segnale per concludere la Brexit
Dimensioni di testo Aa Aa

Il vertice europeo si è concluso con un'assenza significativa, quella di Boris Johnson. Il Regno Unito ha rieletto il suo partito conservatore a larga maggioranza, un risultato apprezzato da Bruxelles.

I leader lo vedono come un'opportunità per lasciarsi alle spalle tre anni di frustrazione per la Brexit.

"Prevediamo che il parlamento britannico voterà al più presto l'accordo di uscita dall'Unione. Questo è molto importante per noi perché siamo pronti per iniziare la fase successiva" ha dichiarato Charles Michel, Presidente del Consiglio europeo.

L'Unione ha convenuto di proseguire i colloqui commerciali con il Regno Unito dopo la ratifica e l'effettiva attuazione dell'accordo sulla Brexit.

Diversi leader vogliono mantenere un buon rapporto con la nazione britannica. Nonostante la lunga attesa.

"Ai nostri amici e alleati britannici, vorrei dire qualcosa di molto semplice: in queste elezioni avete ratificato la scelta che avete fatto circa 3 anni fa, ma non state lasciando l'Europa. Rimanete al nostro fianco e noi al vostro" ha affermato Emmanuel Macron, Presidente francese.

Altri sperano che porti una ventata di aria fresca all'Unione:

"Significa che per noi ci sarà un concorrente che vuole mostrare al mondo i suoi poteri e le sue forze, proprio alle nostre porte. Ma questo può avere l'effetto collaterale positivo di darci una spinta" ha detto la Cancelliera tedesca Angela Merkel.

Alcuni non possono nascondere la loro delusione.

"Ha vinto Johnson e ora se ne andranno, questa non è una buona notizia per l'Europa" ha affermato Andrej Babis, Primo Ministro ceco.

Per ora sembra che il 31 gennaio, la terza scadenza concordata per la Brexit dall'Unione, sarà quella definitiva.

Euronews non è più disponibile su Internet Explorer. Questo browser non è aggiornato da parte di Microsoft e non supporta le ultime novità. Ti suggeriamo di usare un altro browser come Edge, Safari, Google Chrome o Mozilla Firefox.