ULTIM'ORA
This content is not available in your region

Usa: ufficiale saudita spara in una base navale, re Salman telefona a Trump

euronews_icons_loading
Usa: ufficiale saudita spara in una base navale, re Salman telefona a Trump
Dimensioni di testo Aa Aa

L'ufficiale saudita che ha ucciso tre persone in una base navale in Florida aveva definito gli Stati Uniti una "nazione malvagia". Mohammed al-Shamrani, prima dell'attacco nella base di Pensacola, aveva pubblicato un breve manifesto su Twitter, si trovava nella base per prendere parte a un corso di pilota. L'uomo ha anche ferito altre 7 persone prima di essere ammazzato da un agente.

"Il re ha detto che il popolo saudita è molto arrabbiato per la barbarie compiuta da questa persona - ha detto il Presidente Usa, Donald Trump - che non rappresenta in alcun modo i sentimenti del popolo saudita che tanto ama il popolo americano".

Il pilota ha cominciato a sparare appena entrato in classe dove era in programma una lezione. Gli inquirenti non escludono la pista terroristica.

Il Manifesto del killer: "America nazione malvagia"

Lo studente militare saudita che ha ucciso tre persone in una base navale americana in Florida aveva definito l'America una "nazione malvagia" prima dell'attacco. Lo rivela Site. L'uomo, identificato come Mohammed al-Shamrani, aveva pubblicato un breve manifesto su Twitter, in cui dichiarava di essere "contro il male, e l'America nel suo insieme si è trasformata in una nazione malvagia". "Non sono contro di te solo perché sei americano, non ti odio per le tue libertà, ti odio perché ogni giorno sostieni, finanzi e commettono crimini non solo contro i musulmani ma anche per l'umanità", aveva scritto.

Euronews non è più disponibile su Internet Explorer. Questo browser non è aggiornato da parte di Microsoft e non supporta le ultime novità. Ti suggeriamo di usare un altro browser come Edge, Safari, Google Chrome o Mozilla Firefox.