ULTIM'ORA

"1917" il film di Mendes sull'eroismo del fronte occidentale

"1917" il film di Mendes sull'eroismo del fronte occidentale
Dimensioni di testo Aa Aa

"1917", fronte occidentale. Guerra totale fra gli alleati e gli imperi centrali. Nella Francia settentrionale, a due giovani soldati britannici, viene affidata una missione eroica: consegnare un messaggio che avverte di un'imboscata subito dopo il ritiro tedesco sulla linea Hindenburg durante l'operazione Alberich, quando l'esercito tedesco creò un'ansa piena di trappole per decimare i nemici.

La nuova stagione dei film di guerra

La nuova stagione dei film di una guerra sempre più minuta e vista dalla prospettiva dei singoli si arricchisce di "1917" firmato dal premio Oscar (per American Beauty) Sam Mendes. La pellicola racconta un episodio della grande guerra dove due soldati britannici, Schofield (George MacKay visto in Captain Fantastic) e Blake (Dean-Charles Chapman che in Game of Thrones era Tommen Baratheon), sono invitati all'ardimento. Devono infiltrarsi oltre le linee nemiche e rintracciare un battaglione che sta finendo in una trappola. La riuscita della missione oltre a salvare 1600 commilitoni garantirebbe la salvezza anche al fratello di Blake che fa parte del battaglione.

Alla prima londinese

Il regista Sam Mendes ha implicitamente dedicato il film al nonno. "Sì, mio nonno ha combattuto dal 1916 al 1918, era molto giovane. Si era arruolato ma non raccontò per anni la sua storia. Alla fine la confidò ai nipoti. Ed era una storia molto commovente. Il film punta a quel ricordo anche se non parla di mio nonno eppure lo riguarda" ha commentato davanti alla telecamera il regista il cui obiettivo è stato quello di raccontare gli aspetti più terribili della guerra di trincea della Prima Guerra Mondiale, insieme al coraggio dei due protagonisti capaci di una capacità di sopportazione fuori dal comune.

Euronews non è più disponibile su Internet Explorer. Questo browser non è aggiornato da parte di Microsoft e non supporta le ultime novità. Ti suggeriamo di usare un altro browser come Edge, Safari, Google Chrome o Mozilla Firefox.