ULTIM'ORA
This content is not available in your region

Brexit: l'ultimo confronto tra Johnson, gli alleati e l'opposizione

euronews_icons_loading
Brexit: l'ultimo confronto tra Johnson, gli alleati e l'opposizione
Diritti d'autore  REUTERS/Henry Nicholls
Dimensioni di testo Aa Aa

Boris Johnson e il suo governo devono trovare un accordo non solo con l'Unione europea, ma anche in casa loro.¨

Devono convincere alleati e oppositori in parlamento che le loro proposte possono funzionare, a cominciare dagli unionisti dell'Irlanda del Nord. Cruciali per la tenuta in vita del governo, nutrono serie preoccupazioni sul fatto che Belfast sia considerata in modo diverso dal resto del Regno Unito in un accordo con l'Unione europea.

Il Ministro per la Brexit, Stephen Barclay, però, ostenta ottimismo: "Se ci viene data l'opportunità di votare su un accordo e di approvare un accordo, possiamo muoverci rapidamente. Sono consapevole che il disegno di legge sull'Accordo di Ritiro è un atto legislativo significativo, ma siamo sicuri di poterlo approvare entro il 31 ottobre".

Se Johnson perde i 10 voti del DUP può ancora convincere alcuni deputati laburisti e altri deputati dell'opposizione a dare il loro sostegno a qualsiasi accordo concordato con l'Unione europea. Sarà una votazione difficile, ma nelle ultime c'è chi inizia a scommettere su un voto favorevole.