ULTIM'ORA

Katowice, dove la miniera di carbone diventa museo, cultura e business

Katowice, dove la miniera di carbone diventa museo, cultura e business
Dimensioni di testo Aa Aa

KATOWICE (POLONIA) - Dalla rivoluzione industriale alla rivoluzione culturale.
Katowice è una città che si è costruita sul carbone
, trasformando un villaggio del XVIII secolo in una centrale elettrica industriale. Ora è nel bel mezzo di un'altra rivoluzione: sviluppare un modo di vivere e lavorare più pulito, più verde, più sostenibile.

In questa puntata di "Spotlight", il nostro inviato Chris Burns ci conduce per mano in questa città polacca di oltre 300.000 abitanti che sta trasformando le miniere di carbone in miniere...culturali e di nuovi business.

Rivoluzione culturale? Sì, ma per l'inquinamento c'è ancora molto da fare

Senza dimenticare che la Polonia continua ad essere uno dei paesi dell'Unione Europea con il peggior impatto ambientale: in base ai dati più recenti, basti pensare che il 60% della produzione energetica polacca deriva ancora dal carbone e che tra le 50 città europee più inquinate, 33 sono in Polonia (anche piccole città, situate vicine a miniere ancora funzionanti).
E la stessa Polonia - insieme a Ungheria e Repubblica Ceca - per il momento rifiuta l'obiettivo europeo "Zero Emissioni" per il 2050!
Insomma, c'è ancora tanto da fare...

Il nostro viaggio in Polonia.

"Ho lavorato qui, ora ci sono esposte le mie opere"

Il pezzo forte di questa trasformazione urbana di Katowice è il "Silesian Museum" (Museo della Slesia), costruito in una miniera di carbone. Oltre allo spazio sotterraneo per spettacoli e riunioni, la sala principale è grande come due campi da calcio e 14 metri di profondità.
Ci sono mostre sulla storia della regione e sull'arte polacca, comprese opere di minatori di carbone come Jan Nowak.

"E' incredibile! Io ho lavorato qui, con una pala, il martello e il resto. E ora le mie opere sono esposte in questo museo, in questa miniera", racconta Jan Nowak.

Per Jan Nowak, l'arte era la terapia necessaria per un lavoro duro, a volte fatale.

"E' stato come distogliermi dallo stress, dal lavoro. E' importante che la miniera non scompaia, che non venga dimenticata. È un pezzo di noi, della nostra storia. Qualcosa deve rimanere, dopo di me, dopo i miei colleghi...".

"Cerchiamo di essere vicini a coloro la cui vita era legata a questa miniera"

Circa 250.000.000 persone visitano ogni anno il Museo della Slesia.

"Questo luogo ha tante di memorie di lavoro e memorie di vita, e stiamo cercando non solo di racchiuderle nella nostra programmazione, ma cerchiamo in qualche modo di essere molto vicini a coloro la cui vita era legata a questa miniera", spiega Alicja Knast, la Direttrice del Museo.

Il palcoscenico del dolore diventa teatro

A dare nuova vita all'ex miniera di carbone è anche il "Bytom Theater", ospitato all'interno dell'edificio che ospitava la cappella e gli uffici della miniera.
Il palcoscenico era un tempo l'altare della cappella, usato anche per piangere i minatori che persero la vita in miniera.

Spiega Anna Piotrowska, regista di Bytom Theater: "L'energia è molto importante, perché il nostro interesse è quello di ricostruire la fisicità e di raccontare le storie attraverso la fisicità e la coscienza del corpo. Quindi confrontarci con il lavoro svolto sottoterra, è molto stimolante".

Un quartiere-miniera diventato quartiere alla moda

Preservare il tessuto sociale, pur raggiungendo le nuove generazioni: è l'antico quartiere Nikiszowiec, costruito accanto ad una miniera.
Un esperto di urbanistica e di conservazione monumenti, che incontriamo a Chorzów, dice che il vero sforzo è evitare di cancellare il passato e di renderlo parte del futuro.

"Le persone anziane che lavoravano in questa miniera vivono ancora qui, ma ora è diventato un luogo molto di moda. È possibile incontrare non solo gruppi turistici, ma soprattutto nuovi residenti, quelli che vogliono vivere qui, i giovani".
Henryk Mercik
Curatore di monumenti

Una riqualificazione economicamente conveniente

E' anche economicamente conveniente riqualificare le ex aree del carbone, ridando speranze ad una forza lavoro già qualificata e utilizzando nuove tecnologie, come l'Euro-Centrum, alimentato da energia rinnovabile, vicino alla miniera Wieszowiec, ancora in funzione.

"Offriamo test per piccole e medie imprese, nel campo dell'efficienza energetica, degli edifici e dell'efficienza delle energie rinnovabili, tecnologie solari e smart-grid test", spiega Patryk Białas, Direttore dell'Innovazione di Euro-Centrum e attivista ambientale, già intervistato l'anno scorso da Euronews durante un precedente reportage.

"Ci sono più occupati nel settore automobilistico che in quello minerario"

Ci rechiamo nella capitale Varsavia al Ministero dell'Ambiente per parlare di Katowice come possibile modello per altre città.
Nel dicembre 2018 Katowice ha ospitato la Cop24 sul clima e nel 2022 ospiterà il "World Urban Forum" delle Nazioni Unite.

"Al momento ci sono più persone occupate in questa regione nel settore automobilistico che in quello minerario", spiega Michal Kurtyka, Segretario di Stato al Ministero dell'Ambiente.

"Ci sono nuovi servizi, ci sono start-up. La gente scommette sulla ricerca sullo sviluppo, sulle nanotecnologie. Ciò che è simbolico è che nella Slesia delle vecchie miniere, ora abbiamo una zona culturale, un centro congressi, un teatro di opera lirica, e persino un museo che descrive la storia di questa regione".

Tecnica e cultura: due forze motrici della rinascita di Katowice.

Euronews racconta...

Croce e delizia della Polonia, il carbone: "oro nero" che dà lavoro a migliaia di dipendenti del settore minerario, ma anche elemento inquinante delle città polacche, 33 delle quali sono tra le 50 più inquinate d'Europa. Come fare a combinare le due esigenze?
Reportage di Valérie Gauriat (dicembre 2018)

"Social" Backstage

Lettura interessanti, sul gruppo Twitter degli attivisti ambientalisti di Katowice.

Una cartolina dalla miniera riqualificata di Katowice

La vecchia miniera di Katowice è utilizzata in parte anche per spettacoli teatrali, mostre ed esposizioni.
Euronews non è più disponibile su Internet Explorer. Questo browser non è aggiornato da parte di Microsoft e non supporta le ultime novità. Ti suggeriamo di usare un altro browser come Edge, Safari, Google Chrome o Mozilla Firefox.