ULTIM'ORA

Kristalina Georgieva alla guida del Fondo Monetario Internazionale

Kristalina Georgieva alla guida del Fondo Monetario Internazionale
Diritti d'autore
Reuters / Arnd Wiegmann
Dimensioni di testo Aa Aa

Dalla Banca Mondiale al Fondo Monetario Internazionale. E' Kristalina Georgieva, economista bulgara ed ex presidente ad interim della World Bank, ad assumere per i prossimi 5 anni la guida dell'istituzione finanziaria al posto che fu di Christine Lagarde, approdata alla direzione della Banca Centrale Europea.

"È una grande responsabilità essere alla guida del Fmi in un momento in cui la crescita economica globale continua a deludere, le tensioni commerciali persistono e il debito cresce in molti paesi del mondo" ha commentato l’economista unica candidata a ricoprire l'incarico.

Nata a Sofia nel '53, una laurea in Economia Politica perfezionata alla London School of Economics, è approdata nel 93 alla Banca Mondiale come economista ambientale per l'Europa e l'Asia Centrale. Dal 2010 al 2014 è stata commissaria europea alla Cooperazione Internazionale e nei successivi due anni, vice presidente della commissione e commissaria europea al Bilancio.

"La mia priorità immediata è quella di aiutare i membri del Fondo a minimizzare il rischio di crisi ed essere pronti in caso si verifichino - ha detto - Ciò significa anche affrontare questioni come le disuguaglianze, il clima, i rapidi cambiamenti tecnologici."

Leader della lotta ai cambiamenti climatici, Georgieva si è distinta anche per il suo impegno in tema di uguaglianza di genere. Intervistata da Euronews al Forum di Davos, nel gennaio di quest'anno, testimonio' con urgenza la necessità di una maggiore leadership femminile in politic: "Quando le donne contano si prendono decisioni piu' giuste e il mondo diventa un posto migliore per tutti. Per questo dico donne, alzatevi in piedi, contate, siate presenti!"

Euronews non è più disponibile su Internet Explorer. Questo browser non è aggiornato da parte di Microsoft e non supporta le ultime novità. Ti suggeriamo di usare un altro browser come Edge, Safari, Google Chrome o Mozilla Firefox.