Euronews non è più disponibile su Internet Explorer. Questo browser non è aggiornato da parte di Microsoft e non supporta le ultime novità. Ti suggeriamo di usare un altro browser come Edge, Safari, Google Chrome o Mozilla Firefox.
ULTIM'ORA

Belgio: gli studenti puliscono la spiaggia di Ostenda

Maledetti mozziconi di sigaretta!
Maledetti mozziconi di sigaretta!
Euronews logo
Dimensioni di testo Aa Aa

OSTENDA (BELGIO) - Prendersi un po' di tempo fuori dalle aula scolastiche per pulire la spiaggia, a Ostenda, in Belgio.

E' stato il compito, martedi, di circa 1300 studenti di 28 scuole, in occasione dell'EU Beach Clean Up day promosso dall'ONU e dall'Unione Europea .

Veronika Hunt Šafránková, capo dell'Ufficio delle Nazioni Unite per l'ambiente, a Bruxelles, spiega:
"È importante che gli studenti contribuiscano individualmente alla pulizia dalla plastica. Ogni anno 8 milioni di tonnellate di plastica finiscono in mare. È ovunque intorno a noi".

L'intervista a Veronika Hunt Šafránková.

Anche la campionessa pulisce la spiaggia

Nettuno Dio del mare ha accolto la campionessa del mondo di vela, la belga Emma Plasschaert.

La 25enne atleta, originaria proprio di Ostenda, Ci racconta com'era "inquinato" il suo allenamento a Rio de Janeiro per le Olimpiadi 2016.

Non poteva mancare Nettuno, il Dio del mare...
"È stato un incontro quotidiano con tanta plastica, ma soprattutto sacchetti di plastica e cose che ti aspetti di vedere in acqua, ma anche mobili da giardino, armadi, frigoriferi, tavoli, sedie... davvero allucinante!".
Emma Plasschaert
Campionessa del mondo di vela
Emma Plasschaert al microfono di Euronews.

Insieme alla plastica, i mozziconi di sigaretta sono la maggiore fonte di inquinamento degli oceani in Europa.
Per l'ONU, i governi nazionali necessitano di una più severa attuazione della legge contro il fumo. E ognuno di noi ha un ruolo importante da svolgere.

Aggiunge Veronika Hunt Šafránková:
"Individualmente, possiamo fare la differenza anche noi: possiamo consumare meno, possiamo lasciare la nostra impronta e i produttori possono produrre meno plastica, riutilizzano, riciclano e non usano la plastica se non è necessario".

Gli esperti, però, avvertono: se non si interviene, nel 2050 gli oceani potrebbe contenere più plastica che pesci.
Poi servirà ben altro che una giornata al mare per pulire le spiagge...

Meglio un giorno al mare a pulire la spiaggia che restare a scuola...