ULTIM'ORA

Juventus, il ritorno di Buffon: contratto fino al 2020, poi dirigente

L'ultimo trionfo, finora, di Buffon con la Juve. (Torino, 18.5.2018).
L'ultimo trionfo, finora, di Buffon con la Juve. (Torino, 18.5.2018). -
Diritti d'autore
Diritti d'autore: REUTERS/Massimo Pinca
Dimensioni di testo Aa Aa

TORINO (ITALIA) - Gigi Buffon torna a casa.

Non c'è stato neppure bisogno di una presentazione ufficiale, per il suo ritorno alla Juve.

Sono bastate le visite mediche, durate tutta la mattina, al J-Medical, per far riprendere confidenza a Buffon con la sua "vecchia vita" e con i suoi antichi tifosi: oltre un centinaio, stamattina, lo hanno atteso per tributargli il doveroso saluto di "bentornato".

Doloroso, ma al tempo stesso indolore, è stato il suo esilio di un anno al Paris Saint Germain, con il quale ha vinto il titolo francese, l'ottavo scudetto consecutivo (sette di fila con la Juve e uno con il PSG).

"Torno perchè l'invito di una Signora non si può rifiutare. Torno perchè questa è casa mia".
Gianluigi Buffon
portiere Juventus

Torna da dirigente? No, da calciatore

Grazie ai buoni rapporti con Andrea Agnelli, che gli aveva prospettato un pronto ritorno in qualità di dirigente, Buffon - a 41 anni - torna si, ma ancora come calciatore.
Ufficialmente come secondo portiere alle spalle di Szczesny, ma in caso di necessità...

Cosa cambia?

Non avrà il numero 1, che resta sulle spalle del portiere polacco, non sarà il Capitano, ha firmato un contro di un solo anno con un ingaggio decisamente inferiore rispetto alle sue abitudini (un milione e mezzo di euro a stagione, a Parigi ne prendeva quattro).

Ancora alla caccia della Champions

A Parigi è stato impiegato part-time, soprattutto in Champions League (una chimera, ormai, per Buffon?), ma quando ha dovuto sedersi in panchina non ha mai creato problemi nè polemiche nei confronti del più giovane collega Areola.
Pero, quando il PSG gli ha proposto di fare il dodicesimo fisso, Buffon ha detto "Non, merci" e ha preferito non rinnovare il contratto. Ma alla Juve, il dodicesimo si può fare, eccome...

Anche alla Juve, dunque, sarà sicuramente una voce ascoltata nello spogliatoio, ascoltata probabilmente dallo stesso Maurizio Sarri. Che aiuterà nella gestione dello spogliatoio e della stesso Cristiano Ronaldo

"Non si può dire no ad una Signora"

Nel suo tweet ufficiale di "ritorno" alla Juve, Gigi Buffon ha scritto: "Torno perchè l'invito di una Signora non si può rifiutare. Torno perchè questa è casa mia".

Quanti trionfi!

Arrivato nel 2001 alla Juve via Parma, voluto fortissimamente dall'allora Direttore Generale Luciano Moggi nell'ambito dell'operazione-Zidane (furono acquistati anche Nedved e Thuram), Buffon ha disputato oltre 500 partite ufficiali con la maglia bianconera.

in carriera ha vinto 9 scudetti, 5 Coppe Italia, 6 Supercoppe italiane, 1 Coppa Uefa (con il Parma), un Mondiale (2006) e un Europeo Under 21 (1996).

Per anni è stato considerato il miglior portiere del mondo.
Probabilmente è il miglior portiere italiano di tutti i tempi, in lizza con Dino Zoff, con cui condivide una straordinaria longevità sportiva, ma Buffon già a 18 anni era ai massimi livelli, mentre Zoff sfondò solo attorno ai 30 anni. Per poi continuare fino a Spagna '82...

Con 176 presenze in azzurro, Buffon è il recordman della nazionale italiana.

Buffon con la maglia del PSG durante la sfortunata sfida (1-3) con il Manchester United. (Parigi 6.3.2019)
Euronews non è più disponibile su Internet Explorer. Questo browser non è aggiornato da parte di Microsoft e non supporta le ultime novità. Ti suggeriamo di usare un altro browser come Edge, Safari, Google Chrome o Mozilla Firefox.