L'estrema destra alla conquista dell'Europa

L'estrema destra alla conquista dell'Europa
Diritti d'autore 
Di Euronews
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

Dalla Svezia all'Italia passando per Francia, Austria e Spagna i gruppi più radicali di destra incassano consensi. Un risultato che non dipende solo dal fallimento della politica tradizionale

PUBBLICITÀ

Che le destre avanzino in tutta Europa non è una novità; dalla Svezia all'Italia il sussulto sovranista pascola su temi comuni: la lotta all'immigrato, l’affermazione della sovranità nazionale, il rifiuto delle politiche comunitarie. Tuttavia i proclami dicono poco: bisogna comprendere che la falsificazione della realtà è solo espressione di bisogni simbolici, attese, speranze, timori tradotti in una carica emotiva con veilletà di rivoluzioni sociali a buon mercato.

La formula belga di Vlaams Belang

Ecco cosa propone il giovanissimo  belga Dries van Langenhove, candidato per la formazione Vlaams Belang:  "A me sembra che tutto sia fattibile adesso ecco perché più giovani si assumono il rischio di associarsi con gruppi e organizzazioni di nazionalisti di destra".

La potenza dei social

Il tam tam sui social media è incessante. Cambiano le dimensioni della propaganda. I vecchi media sono all'angolo. Si vive l'illusione della comunicazione genuina. Sentiamo un attivista della destra belga.

Kamil Kaminski, supporter di Dries van Langenhove: "Coloro che giungono in Europa dall'Asia o altri continenti in generale non si considerano pienamente europei . Non significa che siano subito ostili solo per questo, ma l'identità e la lealtà non li riguardano".

La destra sdoganata

Inoltre la destra radicale non fa più paura. Le masse elettorali non percepiscono il pericolo per la democrazia, anzi sembrano desiderosi di castigare i vecchi governanti inetti; lo si nota in Francia, Italia, Spagna. Per il filosofo francese Renaud Camus bisogna tentare di tutto, proprio tutto ma vanno evitate le reazioni violente e aggressive per cercare di rendere cosapevoli i francesi e gli europei dell'orrore che è in corso e delle trasformazioni civili".

Il razzismo dal volto umano

In Germania Alternative Für Deutschland rappresenta l'estrema destra conservatrice e razzista risorta nel 2013 con l'obiettivo di abbandonare la Grecia al suo destino.

Julia Ebner è ricercatrice presso Institute for Strategic Dialogue: "L'estrema destra si è riciclata e ha compiuto uno sforzo esplicito per attrarre il pubblico più giovane; hanno rinverdito il brand, sono stati attivissimi sui social media, sono stati piu' attivi di tutti gli altri partiti nel coinvolgere gli utenti social".

La notte della politica europea si annuncia molto, molto lunga.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

The Brief from Brussels: Jordan Bardella nuova stella dell'estrema destra francese

Commissione Ue: Pieper rinuncia, ombre su von der Leyen a pochi mesi dalle elezioni

Ungheria, la candidata della sinistra chiede elezioni anticipate: La gente non vuole più Orbán