Armi francesi ai sauditi, proteste delle Ong

Armi francesi ai sauditi, proteste delle Ong
Dimensioni di testo Aa Aa

Geoffrey Livolsi e Mathias Destal di Disclose.ngo e Benoit Collombat di Radio France, sono stati convocati per oggi dalla DGSI, un organismo del ministero dell'Interno francese, nell'ambito delle indagini per una presunta "minaccia al segreto della Difesa nazionale", avviate dalla procura di Parigi dopo un esposto del governo.

Lo scorso 15 aprile, il sito di giornalismo investigativo Disclose aveva diffuso una inchiesta sulle forniture di armi francesi all'Arabia Saudita. Il pool di reporter era arrivato alla conclusione che, contrariamente a quanto assicurato dal presidente Macron le armi possano essere state usate anche contro la popolazione civile nello Yemen.

Le rivelazioni dell'inchiesta giornalistica hanno sollevato le proteste di associazioni e Ong, che nei giorni scorsi hanno manifestato davanti al porto di Le Havre. La mobilitazione ha impedito a un mercantile saudita di prendere il carico previsto, che secondo le associazioni era di otto cannoni di tipo Cesar, e lo ha costretto a fare rotta verso il porto spagnolo di Santander, dove è arrivato ieri.