ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Lo stop al Diesel divide i tedeschi

Lo stop al Diesel divide i tedeschi
Dimensioni di testo Aa Aa

Varcare l'ingresso di una città tedesca con una vecchia auto diesel potrebbe non essere facile in questi giorni. Dopo le decisioni della Corte Costituzionale tedesca sullo stop al diesel, sempre più città agiscono per proteggere la salute e l'ambiente. Questa tendenza potrebbe causare però anche malcontenti.

Uwe Jenrich, meccanico, racconta a Euronews che molti suoi clienti sono contrari, perchè sono costretti a cambiare auto: "Molti stanno passando alle auto a benzina, perché si sentono insicuri. C'è un continuo dibattito su chi può entrare nelle zone a bassa emissione e con quale tipo di carta. I miei clienti pensano che sia irrilevante, proprio come me. Con questo sistema costringono i conducenti a pagare sempre di più quando acquistano una nuova auto. E fa pensare che ci sia dietro un business per i produttori di automobili. Penso sia un imbroglio "

Il parito euroscettico di estrema destra tedesco Alternativa per la Germania (AFD) sta portando avanti una campagna pro diesel.

Il partito ha diffuso cartelloni pubblicitari in tutta la Germania con un messaggio: salviamo il diesel.

AFD ritiene che la tendenza anti-diesel rappresenti un danno per i poveri e un rischio per l'industria automobilistica tedesca.

"Il diesel impiega il 15 per cento in meno di carburante rispetto al motore a benzina. Alcuni partiti come i Verdi chiedono il bando totale delle auto diesel entro il 2030. Noi siamo contro.Si perderebbero molti posti di lavoro nell'industria automobilistica tedesca. I motori diesel tedeschi sono i più efficienti e puliti al mondo. Non è vero che sono inquinantii" afferma Christian Loose di AFD.

Il ministro dei trasporti tedesco recentemente aveva presentato a Bruxelles un rapporto firmato da 107 medici che sostenevano che il diesel "non fa cosi' male"cercando di convincere l'Unione Europea a rivedere le misure per combattere l'inquinamento atmosferico.

I leader di estrema destra riuniti a Praga

I leader di estrema destra europei si sono riuniti a Praga in vista delle elezioni di maggio. Tra gli interventi la francese Marine Le Pen del Fronte Nazionale e l'olandese Geert Wilders del Partito della libertà . Assente il leader della Lega e Ministro dell'Interno Matteo Salvini che ha inviato un video messaggio. I leader populisti sperano di raggiungere un successo senza precedenti nelle prossime elezioni europee.

Eurobarometro: italiani i più euroscettici

Oltre la metà dei cittadini negli stati membri si dichiara a favore dell'Europa. I piu' euroscettici sono gli italiani: uno su cinque voterebbe per l'uscita dall'Unione. Queste le conclusioni dell'Eurobarometro.

Un terzo degli intervistati tra i vari paesi, nutre dubbi sull'Europa, ma il 28 e il 27 per cento ha ancora speranza e fiducia.

Elezioni Ue: Europarlamento lancia un video "Scegli il tuo futuro"

A un mese dalle elezioni europee di maggio, il Parlamento europeo ha promosso il film "Scegli il tuo futuro" per incoraggiare i cittadini a votare.

Il cortometraggio documenta i momenti intensi che vivono i bambini appena nati quando fanno il loro ingresso nel mondo. Il film fa appello al senso di responsabilità degli elettori e a pensare alle generazioni future che dovranno convivere con le conseguenze di questo voto.