Euronews non è più disponibile su Internet Explorer. Questo browser non è aggiornato da parte di Microsoft e non supporta le ultime novità. Ti suggeriamo di usare un altro browser come Edge, Safari, Google Chrome o Mozilla Firefox.
ULTIM'ORA

Il Cremlino non ha intenzione di congratularsi con Zelensky per la vittoria

Il Cremlino non ha intenzione di congratularsi con Zelensky per la vittoria
Diritti d'autore
Reuters
Euronews logo
Dimensioni di testo Aa Aa

"È troppo presto per parlare di congratulazioni da parte del presidente Vladimir Putin a Volodmyr Zelensky, oltre che delle possibilità di lavorare insieme". Lo ha detto il portavoce del Cremlino Dmitri Peskov, citato dalla Tass.

"Bisogna essere giudicati da cose concrete, passi specifici", ha aggiunto Peskov. "Inoltre, partiamo dal fatto che non ci sono ancora risultati ufficiali delle elezioni".

Peskov ha sottolineato che la Russia rispetta la scelta fatta dai cittadini dell'Ucraina, anche se dubita della legittimità del processo. "Mosca rispetta la scelta del popolo ucraino, soprattutto perché questa scelta è molto ovvia", ha detto il portavoce, "tuttavia la legittimità di queste elezioni è stata generalmente messa in discussione quando a tre milioni di cittadini non è stato permesso di votare".

Secondo i risultati dell'elaborazione del 99% dei protocolli elettronici del comitato elettorale ucraino, Vladimir Zelensky è notevolmente in vantaggio rispetto al suo rivale, l'attuale capo dello stato, Petro Poroshenko - 73,21% contro 24,46%.

Il premier Dmitrij Medvedev ha scritto su Facebook che "per Mosca c’è ancora una possibilità per migliorare la cooperazione con il Paese” aggiungendo tuttavia di non farsi illusioni. "La cosa principale che possiamo augurare alla nuova leadership ucraina è avere buon senso, e capire l'intriseco valore delle relazioni tra i popoli dei nostri Paesi, che trascende tutte le considerazioni politiche momentanee".

L'inaugurazione del presidente eletto, che si è visto multato per una clamorosa gaffe proprio durante le votazioni, dovrebbe avvenire entro il 31 maggio.