ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Le fiamme che hanno scritto la storia

Le fiamme che hanno scritto la storia
Dimensioni di testo Aa Aa

Da Nerone in poi le fiamme hanno spesso fatto la storia. L'incendio a Notre-Dame è l'ultimo di un lungo elenco di flagelli.

Notre-Dame, 10 cattedrali e chiese che sono risorte dalle ceneri

Brasile, la perdita più grande.

Sono trascorsi appena sette mesi dal rogo che ha distrutto il Museo Nazionale di Rio de Janeiro, uno dei più antichi del Brasile, con oltre 20 milioni di pezzi di valore. Tra i suoi tesori, il più antico fossile umano rinvenuto nel Paese e risalente a 12.000 anni fa. Erano le 19.30 locali quando, a chiusura del museo, un incendio ha colpito l’intera struttura. I Vigili del Fuoco hanno impiegato più di cinque ore per domare le fiamme che si sono propagate a grande velocità, anche a causa dei numerosi materiali infiammabili esistenti all’interno delle sale.

Paura per il Duomo e la Sindone.

Torino non ha mai dimenticato la notte a cavallo tra l'11 e il 12 aprile del '97, rischiarata dalle fiamme che avevano avvolto la cupola barocca del Guarini nel Duomo e minacciato la Sacra Sindone. Solo l'intervento di 150 vigili del fuoco aveva scongiurato la perdita del Sacro Lino. La foto del pompiere che esce dal Duomo di Torino ha fatto il giro del mondo: nello scatto, l’uomo mette in salvo la teca che custodisce la Sindone, il lenzuolo della passione di Cristo, sottratto al rogo che già lo lambiva.

Risorgere dalle ceneri, come la Fenice mitologica.

Un anno prima, nel gennaio del '96, è stata Venezia ad avere paura per il devastante incendio doloso che distrusse il Gran Teatro la Fenice, il principale teatro lirico della città, nonché uno dei più prestigiosi al mondo. Si decise di ricostruirlo ispirandosi al motto «com'era, dov'era», ripreso dalla ricostruzione del campanile di San Marco. Nell'Ottocento la Fenice ha conosciuto le prime assolute di opere di Gioachino Rossini, Vincenzo Bellini, Gaetano Donizetti e Giuseppe Verdi. Il Novecento ha regalato agli appassionati le prime mondiali di Igor Stravinskij, Benjamin Britten, Sergej Prokofiev, Luigi Nono, Bruno Maderna, Karlheinz Stockhausen.

Madagascar: a fuoco Rova di Antananarivo.

In Madagascar il '95 è l'anno segnato dalla devastazione del palazzo della regina o Rova di Antananarivo, il complesso di edifici reali che fungevano da residenza dei sovrani del regno Merina dal XVII al XVIII secolo e al regno del Madagascar nel XIX secolo.

Windsor e le lacrime della regina Elisabetta.

La regina Elisabetta, sempre brava a controllare le sue emozioni, aveva le lacrime agli occhi quando nel '92 si è trovata dinnanzi all'inferno di fiamme che ha avvolto il castello di Windsor: la catastrofe più grande nella storia moderna del Regno Unito. L' incendio era iniziato poco prima di mezzogiorno nella Brunswick Tower, situata sul lato nord-occidentale dell'area dell'edificio, e ben presto si era esteso ai saloni del palazzo e alla St. George Hall, abbellita da opere d'arte di inestimabile valore.

Reims in ginocchio durante la Grande Guerra.

Un giro, il nostro, che torna dove ¨è partito, in Francia, per ricordare lo scempio avvenuto nel 1914 a Reims: l'artiglieria tedesca distrusse parti importanti della cattedrale: crollarono tra le fiamme il tetto e gran parte del soffitto a volte.