Euronews non è più disponibile su Internet Explorer. Questo browser non è aggiornato da parte di Microsoft e non supporta le ultime novità. Ti suggeriamo di usare un altro browser come Edge, Safari, Google Chrome o Mozilla Firefox.

ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Ucraina: domenica si vota, Zelenskiy in pole

Ucraina: domenica si vota, Zelenskiy in pole
Dimensioni di testo Aa Aa

Domenica 31 marzo il popolo ucraino è chiamato alle urne per eleggere il nuovo Presidente, passaggio cruciale per comprendere in quale direzione si muoverà il Paese.

A poche settimane dal voto regna l’incertezza, con oltre trenta candidati registrati.

Stremati da cinque anni di guerra, gli ucraini nei sondaggi mettono solo al secondo posto il Presidente uscente, Petro Poroshenko.

Eletto nel 2014, spesso in prima linea con indosso tute mimetiche, Poroshenko è accreditato come oppositore della Russia.

Tuttavia, molti elettori dicono che non è riuscito a far fronte alla corruzione e alla povertà, anzi avallando l'aumento dei prezzi del gas, con conseguente rabbia tra i consumatori.

Da notare che solo il 9% degli ucraini ha fiducia nel proprio Governo (fonte: Gallup, marzo 2019), a fronte di una media del 56% nel 2018, ed appena il 12% crede nella limpidezza dei procedimenti elettorali.

Secondo i sondaggi, gli ucraini sembrano preferire un attore comico senza esperienza politica:

il favorito del primo turno è infatti Volodymyr Zelenskiy, che in una popolare serie tv interpreta, manco a dirlo, un onesto Presidente che supera in astuzia antagonisti e detrattori.

Zelenskiy passerebbe senza problemi al ballottaggio, superando agevolmente i principali sfidanti, con grosse chances di spuntarla anche anche nella fase finale.

Cavalcando l'ondata "insurrezionalista" che ha portato al potere il Movimento 5 Stelle in Italia e Donald Trump a capo degli Stati Uniti, l'attore resta la figura più misteriosa del lotto: se da un lato, infatti, i suoi consensi sono il frutto dell’incapacità del Governo attuale di intraprendere riforme strutturali, dall’altro la vaghezza della sua campagna elettorale non consente previsioni sul suo futuro politico.

Anche l'ex Primo Ministro Yulia Tymoshenko è in corsa e potrebbe agguantare il secondo turno, a spese di Poroshenko.

"Gli ucraini devono quindi decidere se sono stanchi dei politici esistenti oppure diranno che è meglio andare con il diavolo conosciuto", ha detto la Tymoshenko.

Quest'ultima ha descritto l'aumento del gas come un "genocidio", promettendo di alzare le pensioni.