Euronews non è più disponibile su Internet Explorer. Questo browser non è aggiornato da parte di Microsoft e non supporta le ultime novità. Ti suggeriamo di usare un altro browser come Edge, Safari, Google Chrome o Mozilla Firefox.

ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

La Cina preoccupa l'Europa

La Cina preoccupa l'Europa
Diritti d'autore
REUTERS/Philippe Wojazer
Dimensioni di testo Aa Aa

L'Unione Europea ritiene che la propria sicurezza potrebbe essere minacciata dallo sviluppo del 5G della cinese Huawei. Ma allo stesso tempo, in questa fase, l'Europa non può sfuggire dall'essere dipendente, il che significa potenzialmente spiata , da un paese terzo.

Ma questa è una minaccia reale?

"Certo che può essere un problema, non mi fiderei della Cina per questo, ma allo stesso modo non mi fiderei nemmeno degli americani. Se veramente vogliamo farlo, avremmo davvero bisogno della nostra tecnologia ciò non è possibile al moment" ha affermato a Euronews Glyn Ford fondatore e direttore di Polint.

Un altro tema di preoccupazione è l'accordo tra Cina e Italia per lo sviluppo della "Nuova via della seta".

Con questo progetto, Pechino sta cercando di infrangere il mercato statunitense. E l'Italia potrebbe essere vista come il cavallo di Troia per entrare in Europa.

Perché le reazioni sono differenti quando è la Francia a siglare accordi con la Cina?

"La Francia sta definendo gli aspetti commerciali, ma lo fa all'interno di una dimensione europea, dando alla Cina l'idea di una forza europea che la Cina già conosce" ha spiegato Salvatore Cicu dei Popolari Europei (PPE).

Nei documenti ufficiali, la Cina non appare più solo come partner, ma viene anche presentata come una rivale sistemica. Bruxelles vuole difendere i suoi interessi contro le pratiche sleali.

Ma secondo gli esperti, anche se la Cina è una concorrente pericolosa per alcuni settori, il problema è che le regole dell'Organizzazione mondiale del commercio (WTO) sono ormai superate.

"Non vedo la Cina infrangere le regole, credo che le regole debbano essere riviste: la Cina è ormai una potenza globale, quindici anni fa non lo era " ha affermato Ford.

Auto, Ue: Obbligo tecnologie salvavita

Strade piu'sicure. I negoziatori europei hanno raggiunto un'accordo sulle tecnologie salvavita per i nuovi veicoli.

Dal 2022 sulle nuove auto dovranno essere installati dispositivi di sicurezza come l'adattamento intelligente di velocità e un sistema di frenata di emergenza. Lo scopo è proteggere ciclisti e pedoni. Nel 2017 venticinquemila persone sono morte sulla strada in Europa e centotrentacinquemila sono rimaste ferite gravemente.

Europarlamento: abolire l'ora legale

Il Parlamento europeo ha approvato una proposta per abolire l'ora legale in tutta l'Unione Europea.Gli Stati membri potranno scegliere entro il 2021 il proprio fuso orario: mantenere l'ora legale o quella solare sempre.

I legislatori e la Commissione insistono: gli Stati dovranno coordinarsi per ridurre al minimo il rischio di conseguenze sull'economia derivanti da una grande varietà di orari.

Elezioni Ue: in Polonia il fronte europeista

La nuova coalizione europeista in Polonia potrebbe rivelare sorprese alle prossime elezioni europee.

Tre ex premier, Ewa Kopac, Jerzy Buzek e Wlodzimierz Cimoszewicz, l'ex ministro degli affari esteri Radoslaw Sikorski, correranno alle elezioni per il piu' grande partito di opposizione di centro-destra Piattaforma civica.

Il partito guiderà la coalizione europeista contro il governo di destra.

Secondo gli ultimi sondaggi i due gruppi politici sarebbero testa a testa.