Euronews non è più disponibile su Internet Explorer. Questo browser non è aggiornato da parte di Microsoft e non supporta le ultime novità. Ti suggeriamo di usare un altro browser come Edge, Safari, Google Chrome o Mozilla Firefox.
ULTIM'ORA

Disturbi del sonno? Non metterti al volante

Disturbi del sonno? Non metterti al volante
Euronews logo
Dimensioni di testo Aa Aa

Non solo guida pericolosa, abuso di sostanze o distrazioni al volante. A provocare una buona parte degli incidenti stradali sono i disturbi del sonno: in particolare la Sindrome da apnea nel sonno, quei ricorrenti episodi di ostruzione delle vie respiratorie che compromettono il riposo notturno e la capacità di attenzione durante la veglia. A soffrirne, senza neanche saperlo, sono moltisismi cittadini europei (12 milioni di italiani).

In un laboratorio di BUdapest, si cerca di capire perche questo paziente sia sempre stanco nonostante dorma spesso. "La mia ragazza mi ha registrato mentre dormivo, e abbiamo scoperto che ho il respiro intermittente" racconta. Per questo oggi si è sottoposto alla terapia del pneumologo Katalin Vardi, in grado di curare la sindrome da apnea.

I colpi di sonno alla guida sono responsabili del 7 per cento dei circa 176mila incidenti stradali registrati ogni anno in Italia.

Come quello del gennaio 2017, quando un autobus di studenti ungheresi sbando' e prese fuoco, nel veronese, dopo assersi scontrato contro il pilone di un cavalcavia. Nell'incidente, morirono 17 ragazzi. Dall'inchiesta in corso, è emerso in un primo momento,che l'autista fosse affetto una grave forma di insonnia. In seguito circostanza e stata smentita.

Il prossimo 15 marzo si festeggia nel mondo la Giornata del sonno.

Se n'è parlato l'anno scorso anche in Italia <a href="https://twitter.com/HuffPostItalia/status/974640178169040897?ref_src=twsrc%5Etfw">16 marzo 2018</a></blockquote> <script async src="https://platform.twitter.com/widgets.js" charset="utf-8"></script>). Un'occasione di riflessione sui ritmi di vita biologici dell'individuo nella società contemporanea.