ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

"Lucia di Lammermoor" a Vienna: passione, disperazione e follia nell'opera di Donizetti

"Lucia di Lammermoor" a Vienna: passione, disperazione e follia nell'opera di Donizetti
Dimensioni di testo Aa Aa

VIENNA (AUSTRIA) - Passione, disperazione e follia sono al centro dell'opera di Gaetano Donizetti "Lucia di Lammermoor".

La Staatoper di Vienna.

La Staatsoper di Vienna, che quest'anno festeggia il suo 150° anniversario, presenta una nuova messa in scena del noto regista francese Laurent Pelly (57 ann).

"La musica come un battito cardiaco"

Il grande tenore peruviano Juan Diego Flórez (46 anni) e il soprano russo Olga Peretyatko (39 anni) sono i tragici amanti protagonisti di questa celebre opera.

"C'è sempre un battito cardiaco costante, per me la musica è piena di energia e tensione", commenta il regista Laurent Pelly.

"E' una pulsazione che riguarda il canto, ovviamente, ma anche l'espressione e il teatro, qui c'è molto dramma, ma l'interpretazione canora, la più importante, è davvero l'apice del bel canto", dice il tenore Juan Diego Flórez.

Uno dei capolavori di Gaetano Donizetti

L'opera, composta da Gaetano Donizetti (1797-1848) nel 1835, racconta la disperazione di Lucia, che ama Edgardo, ma è costretta ad un matrimonio combinato che la condurrà alla pazzia e alla morte.
La musica è composta sul libretto di Salvadore Cammarano, tratto da "The Bride of Lammermoor" di Walter Scott.

"Lucia di Lammermoor" venne rappresentata per la prima volta il 29 settembre 1835 al Teatro San Carlo di Napoli.
Insieme a "Elisir d'Amore" e "Don Pasquale" rappresenta uno dei capolavori dell'opera artistica del bergamasco Gaetano Donizetti.

"Quest'opera sembra un film dell'orrore"

"Quello che volevo davvero evitare in Lucia è il realismo", continua Laurent Pelly.
"Per me questa opera è simile ad un film dell'orrore; è una storia di una ragazza che viene manipolata da tutti questi uomini che la circondano, è una ragazza fragile, fragile psicologicamente".

"L'effetto del vetro: sembra provenire da un altro mondo"

L'armonica di vetro.

Uno strumento davvero unico, la cosiddetta "glassarmonica" (detta anche "armonica a bicchieri") - presente nel manoscritto originale - accompagna la scena della pazzia (una delle più celebri della storia dell'opera), che rappresenta il crollo della mente turbata di Lucia.

"Tutto è così straordinario, in particolare la glassarmonica: ha un tale effetto, è trascendentale, sembra provenire da un altro mondo", dice, entusiasta, il soprano Olga Peretyatko.

"Un momento di grande sensualità"

"La pazzia è anche come una proiezione: Lucia immagina Edgardo tutto il tempo accanto a lei", continua Laurent Pelly.

"E poi c'è questo grande momento, per me dovrebbe essere quasi un momento sensuale...di fronte a tutta questa gente, a tutti questi occhi, lei quasi mima latto d'amore".

"Nella scena della follia, posso mostrare tutte le mie sfaccettature: i miei lati diversi e mostrare tutti i miei colori", aggiunge Olga Peretyatko.

"Ho la fortuna di esplorare diverse sfumatore di espressione"

"Canto questo magnifico pezzo...oh mio Dio, che finale difficile e bellissimo!", esclama Juan Diego Flórez.

"Se diventi creativo mentre stai cantando, puoi persino renderlo più bello", aggiunge il tenore peruviano.

"Io come cantante ho la fortuna di poter esplorare diverse sfumature di espressione", conclude Juan Diego Flórez.

"Social" Backstage

Dietro le quinte di uno spettacolo lirico, c'è anche un mondo di tweet, di post e di fotografie. Vediamo come Juan Diego Flórez celebra la fine di una delle repliche di "Lucia di Lammermoor" a Vienna.

Intanto, Olga Peretyatko presenta il suo nuovo album, dedicato a Wolfgang Amadeus Mozart.

Ed ecco le foto realizzate dalla giornalista di Euronews Katharina Rabillon con Juan Diego Flórez e Olga Peretytko e qualche scatto della prova generale allo Staatoper di Vienna.