ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Più armi per tutti nel Brasile di Bolsonaro

Più armi per tutti nel Brasile di Bolsonaro
Dimensioni di testo Aa Aa

Era il primo punto del suo manifesto programmatico; è stato il primo provvedimento licenziato. Il presidente brasiliano, Jair Bolsonaro, ha firmato il decreto che riforma la legge relativa all'acquisto e al porto d'armi da fuoco. Per i cittadini brasiliani senza precedenti penali o condanne sarà dunque più facile detenere un'arma, a casa o sul posto di lavoro.

Prima di siglare il decreto, Bolsonaro ha fatto riferimento alla consultazione popolare di 14 anni fa: "Così come il popolo brasiliano ha deciso, in modo sovrano, nel referendum del 2005, per garantire il legittimo diritto alla difesa, in qualità di presidente, sto usando quest'arma".

Jair Bolsonaro, presidente Brasile

L'arma a cui fa riferimento Bolsonaro è la penna con cui ha firmato il provvedimento in diretta tv: una norma entrata in vigore immediatamente, senza la necessità del passaggio in Parlamento.

Nel 2017 il Brasile ha registrato quasi 64.000 omicidi: un'escalation di violenza che fa del Paese sudamericano uno dei più pericolosi al mondo, se si escludono le aree di guerra.

Bolsonaro sembra pronto a correre il rischio che la sua risposta alla criminalità dilagante si traduca in un aumento ulteriore della violenza.