Euronews non è più disponibile su Internet Explorer. Questo browser non è aggiornato da parte di Microsoft e non supporta le ultime novità. Ti suggeriamo di usare un altro browser come Edge, Safari, Google Chrome o Mozilla Firefox.
ULTIM'ORA

The Brief from Brussels: Brexit, Trump, auguri su Twitter e articolo 7 per la Polonia

The Brief from Brussels: Brexit, Trump, auguri su Twitter e articolo 7 per la Polonia
Euronews logo
Dimensioni di testo Aa Aa

The Brief from Brussels:

Brexit, riforma giudiziaria in Polonia, Trump ribatte all'impopolarità emersa dai sondaggi europei. E i leader dell'Unione twittano per augurare un buon anno nuovo 2019.

Le notizie principali della giornata a Bruxelles ci riportano l'attenzione al dossier 'Brexit', alla prospettiva di un sempre piu probabile 'No Deal', preoccupando i mercati.

I preparativi si stanno intensificando sia da parte della Commissione europea che dal Governo di Londra e, solo a partire dal 14 gennaio, si potranno avere nuovi esiti in merito al difficile dialogo che portera' al divorzio tra il blocco Ue e il Regno Unito. La Portavoce della Commissione europea, Mina Andreeva, ha annunciato che non sono previsti nuovi incontri sulla Brexit. Il Regno Unito deve lasciare l'Unione europea il 29 marzo, con o senza accordo.

Nel frattempo, alcuni presenti e futuri leader d'Europa festeggiano il nuovo anno su Twitter, postando auguri e i buoni propositi per il 2019.

Donald Trump afferma di poter diventare "la personalita politica più popolare in Europa" e che -se solo lo volesse - "potrebbe candidarsi per qualsiasi ruolo [europeo]". Il Presidente americano ha commentato cosi il basso indice di gradimento ricevuto nel Vecchio Continente e la sua impopolarità emersa dai sondaggi europei. A cui ribatte: "N_on sono eletto dagli europei, ma dai contribuenti americani_".

Il Primo ministro polacco ha chiesto a Bruxelles di abbandonare la procedura dell'Articolo 7 del Trattato di Lisbona, alla luce delle modifiche apportate alla riforma del sistema giudiziario del Paese. La procedura porterebbe alla perdita per Varsavia dei diritti di voto sulla legislazione europea. La Commissione riconosce il progresso nella buona direzione degli aggiustamenti, ma continua a esaminare la conformita' delle altre misure alle norme europee.