EventsEventiPodcasts
Loader
Seguiteci
PUBBLICITÀ

E adesso arrivano i "Gilet Gialli" di casa nostra...

E adesso arrivano i "Gilet Gialli" di casa nostra...
Diritti d'autore 
Di Cristiano Tassinari
Pubblicato il Ultimo aggiornamento
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

E' nato il coordinamento nazionale dei "Gilet Gialli" italiani: ce l'hanno soprattutto con Società Autostrade e con i pedaggi autostradali, troppo cari. Sono nati anche - dicono - per risolvere problematiche come la Direttiva europea Bolkenstein e le tasse alte. Per ora, nessuna mobilitazione.

PUBBLICITÀ

E adesso arrivano anche i "Gilet Gialli" italiani.

E' nato il coordinamento nazionale di protesta: nel loro mirino, soprattutto la revoca della concessione ad Autostrade Spa e la riduzione dei pedaggi autostradali.

Con un profilo Facebook appena aperto, in cui appaiono le foto delle scritte contro Società Autostrade lasciate sabato al casello di Genova Est, i "Gilet Gialli" di casa nostra sono nati - dicono - soprattutto per non pagare più le autostrade se i pedaggi non scendono di prezzo e per risolvere alcune problematiche, come la direttiva europea Bolkestein sul commercio e le tasse troppe alte.

Uno dei primi ad intervenire sul profilo Facebook è Giancarlo Nardozzi, Presidente nazionale del GOIA (Gruppo Organizzato Indipendente Ambulanti).

In attesa di un "gemellaggio" con i cugini francesi, al momento i "Gilet Gialli" italiani non hanno ancora deciso alcuna mobilitazione.

I "Gilets Jaunes" originali, invece, torneranno a protestare per le strade francesi già sabato prossimo, 1.dicembre.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Parigi, il sole sorge sugli Champs-Élysées, devastati dai Gilet Gialli

Gilet Gialli di nuovo in piazza sabato prossimo

Siccità e desertificazione: la Sicilia deve fare i conti con il cambiamento climatico